Lunedì, 25 Ottobre 2021
Calcio

Si sblocca il Vicenza, cade il Brescia, pari a Benevento

I risultati delle partite di ieri in serie B: Rondinelle ko con il Como e scavalcate dalla Cremonese, sanniti frenati dal Perugia e vicentini penultimi grazie ai primi tre punti stagionali

Con le partite di ieri pomeriggio si è chiusa la settima giornata di andata in serie B. Il Pisa continua la sua corsa in testa, ma dietro sbuca la super Cremonese di Pecchia, che scavalca il Brescia, caduto a sorpresa al Rigamonti contro la matricola Como.

Crolla anche il Pordenone, in casa contro il Vicenza, che invece esulta per i primi tre punti della stagione e lascia anche l'ultimo posto proprio ai friulani, ora in grossa difficoltà con un solo punto.

Si bloccano a vicenda sullo 0 a 0 Benevento e Perugia. I campani perdono terreno dalle prime posizioni, ma con 12 punti restano sempre in scia in piena bagarre promozione.

Brescia Como 2-4: Il Como vince la sua prima gara stagionale battendo 4-2 il Brescia. Vantaggio dei lariani al 14′ con un colpo di testa di Cerri. La riposta del Brescia arrivava solo in chiusura di prima frazione con Moreo, il cui diagonale era deviato da Gori in tuffo. Il pareggio lo metteva a segno Palacio sull’ultima azione del primo tempo: assist di Pajac e colpo di testa dell’argentino per il gol dell’1-1. Nella ripresa arrivava subito il 2-1 di La Gumina: acrobazia in area di rigore e palla nel sette. La squadra di Inzaghi si aggrappava alla classe di Palacio. Dal suo cross sulla sinistra nasceva il gol di Bajic, appena entrato, per il 2-2. Ma nel finale Bellemo ribatteva in rete una corta respinta di Joronen per il gol del 3-2 e Gliozzi trasformava un penalty per il 4-2 definitivo.

Pordenone – L.R. Vicenza 2-4: Scontro salvezza dopo un inizio negativo e cambio di panchina per entrambe le formazioni. Padroni di casa vicini alla rete all’8′ con un palo di Folorunsho da pochi passi. Ranocchia calcia tre volte per gli ospiti, ma la scarsa precisione prima e Perisan poi evitano la rete. Al 30′ Longo porta avanti il Vicenza con un controllo e tiro da pochi passi dopo un errore di Magnino da centro area. La reazione degli uomini di Rastelli e’ tutta in un calcio di punizione di Petriccione neutralizzato facilmente da Grandi, con i biancorossi che raddoppiano al 43′ con Diaw che di tacco libera Di Pardo, finta e conclusione perfetta di sinistro per superare Perisan. All’ultimo minuto del primo tempo punizione di Petriccione, maldestro tocco di testa all’indietro di Diaw che libera Camporese per l’1-2. Al 10′ della ripresa il pari neroverde: conclusione di Magnino con parata di Grandi, ma sulla ribattuta Cambiaghi trova il suo primo gol in B. Al 36′ l’arbitro Rapuano, dopo aver consultato il Var, fischia un rigore per il Vicenza per fallo di Barison su Meggiorini. Dal dischetto lo stesso attaccante che spiazza Perisan. Nel terzo minuto di recupero il 2-4 definitivo con tapin vincente di Taugourdeau dopo una bella giocata di Diaw.

Benevento – Perugia 0-0: Secondo pareggio consecutivo per il Benevento che viene fermato dal Perugia. Termina 0-0 una sfida che ha visto meglio la squadra umbra rispetto a quella dell’ex tecnico dei grifoni Fabio Caserta. Nel primo tempo il Benevento parte bene e dopo tre minuti sfiora la rete con un diagonale di Elia che termina di poco sul fondo. E’ solo un fuoco di paglia, perche’ e’ il Perugia con intensita’ a prendere metri e a diventare padrone del campo. Gli umbri vanno vicino piu’ volte al gol, ma non riescono mai a finalizzare. Nella ripresa e’ sempre il Perugia ad essere pericoloso con Kouan dal limite colpisce il palo e successivamente con Matos, ma Paleari con un colpo di reni gli nega la gioia del gol. E’ l’ultima vera emozione della gara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sblocca il Vicenza, cade il Brescia, pari a Benevento

Today è in caricamento