rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Tv News

Belve, Ilenia Pastorelli: “Starei tutto il giorno a letto, mi alzo solo se mi fanno il bonifico”

L'attrice romana, ospite di Francesca Fagnani, si racconta con ironia e sincerità in un'intervista senza filtri e ricca di siparietti divertenti tra lei e la conduttrice

Altra intervista virale sarà quella di Francesca Fagnani a Ilenia Pastorelli nella puntata del 16 aprile di Belve. L’attrice romana, simpatica e spontanea, è stata capace di uscite fulminanti che più di una volta hanno fatto esplodere anche le risate della conduttrice. Dallo speciale talento di addormentarsi ovunque, al gesto scaramantico di lavarsi tre volte le ascelle prima dei provini, dalla multi personalità, agli eccentrici corteggiatori, dall’infanzia complicata all’invidia per la vittoria da esordiente al David di Donatello, molti sono stati gli argomenti toccati durante la divertente chiacchierata iniziata, come sempre, scoprendo il tipo di belva che Ilenia Pastorelli ritiene di essere: “Un criceto, un animale cattivissimo. Io ne avevo uno che si chiamava Gianni, ogni volta che lo carezzavo, mordeva”. Secondo il suo psicologo, l’attrice romana è “pluriabitata” da "almeno una trentina di anime”, quella che le dà più problemi è quella che le parla di notte, si annoia facilmente e pensa subito ad altre cose da fare, la sua scaramanzia, ripetuta anche nel camerino di Belve è piuttosto singolare: “Prima di fare un provino o una cosa importante, mi lavo le ascelle tre volte, perché l’ho fatto prima di Jeeg Robot”.

"Ilenia Pastorelli si ama?", chiede Francesca Fagnani. "Recito dei mantra - risponde l'attrice - mi autoconvinco da sola, mi dico vai che ce la puoi fare, mi dico devo andare, lo devo fare, perché io starei tutto il giorno a letto, mi alzo solo se mi fanno il bonifico”. Sulle critiche ricevute, come l’etichetta della coatta, risponde: “Non sono una coatta, mi stupiscono questi artisti che rimangono choccati da etichette o critiche: fa parte del gioco. Se ti esponi, ci sarà sempre qualcuno che dice la sua, la critica più giusta è che sono matta. La più ingiusta? Dicevano che ero una tossica: si parlava di eroina e cocaina, io invece sono ipocondriaca”. Il pregio che si riconosce è essere buona e non essere il tipo che si vendica, mentre il suo difetto riguarda le bugie: “Sono bugiarda, non esiste per me la verità, adesso te lo posso dire”. E su questa base, tutta l’intervista va riletta.

“Ma qualcosa tagliamo?”, chiede a un certo punto l’attrice, quando già ha raccontato parecchie cose di lei, tra battute e riflessioni “Sì sì non si preoccupi!”, la rassicura con la stessa ironia la conduttrice. Si parla poi dell’infanzia non facile di una ragazza che cresce in una periferia complicata, Torre Angela e poi Magliana. “Mio padre se ne è andato via di casa, mia madre da sola con due figli faceva tre lavori, io cercavo di aiutarla come lei ha aiutato me. Io a 11 anni facevo tutto a casa. La mia infanzia è stata più infelice, ma te lo dico con il sorriso, quando riesci a trasformare la m*rda in cioccolata sei felice”.

Della sua partecipazione al Grande Fratello dice: “Mi ricordo che quando è finito quelli che stavano con me nella Casa si sentivano arrivati, io invece proprio il contrario, dopo sei mesi era cambiato tutto il mio mondo e ho dovuto ricominciare da capo”. Poco dopo l’incontro con il cinema, anche se lei non si sentiva pronta e quando chiamava il suo agente (lo stesso di Io stesso di Tonio Cartonio) che gli proponeva i provini, lei rifiutava sempre. Finché non arrivò la chiamata per il ruolo in Jeeg Robot, che lo sceneggiatore Nicola Guaglianone aveva scritto su di lei mentre la seguiva nel reality di Canale 5: “Nicola Guaglianone mi aveva sgamato, nella Casa avevo momenti in cui pensavo tanto. Io sono andata a fare il provino perché le battute erano le mie, la vedevo una cosa che sapevo fare, però non sapevo piangere, sono tornata a casa, mia madre mi ha detto: “C’abbiamo le bollette da pagare, il mutuo da pagare, non ti viene da piangere?!”, ho richiamato e ho rifatto il provino, sono riuscita a piangere e mi hanno preso”. Per quel film arrivò addirittura il David di Donatello, del tutto inaspettato e che suscitò non poche invidie tra i colleghi: “Sono arrivata lì e i giornalisti non mi hanno nemmeno riconosciuto. Ho sentito l’invidia di ragazzi che avevano studiato tanti anni, ce n’era uno che ha anche aperto una pagina facebook con la mia foto con il David che si chiamava "Non è giusto!”.

Alla domanda se non temeva di rimanere incastrata nel ruolo della coatta, la risposta è diretta: “Io avevo paura di rimanere imprigionata nel mio monolocale a Prima Porta, non mi sono posta il problema di essere intrappolata nel ruolo di coatta. Ilenia non si sente molto sexy. Anzi, confessa: “A letto sono basica, dormo con grande facilità, russo che è un attimo”. Sulle scene di nudo dice:“Se mi sento a mio agio con le scene di nudo? Quando arriva il bonifico sto sempre a mio agio”. Ha avuto molti corteggiatori, tra cui uno, davvero indimenticabile: “Sotto casa mia a Prima Porta veniva uno vestito con la carta stagnola con l’antenna che diceva che dovevamo sposarci perché gliel’avevano detto gli alieni. I carabinieri dicevano che non si poteva fare niente perché non c’era la flagranza di reato, e me lo so tenuto un anno sotto casa, è stata una violenza”.

Alla domanda se è innamorata, la risposta dice tutto: “Ma di chi te voi innamorare Francesca? No. Io non ho mai raccontato della mia vita privata perché non c’avevo mai niente di bello da raccontare, non sono fidanzata da due anni”. La sua vita sentimentale, rientra nel novero dei sacrifici fatti per il suo lavoro: “All’epoca per prendere un altro corso di recitazione mi sono venduta la macchina, ma anche l’aspetto sentimentale della mia vita l’ ho certamente messo in secondo piano perché capivo che mi distraeva talmente tanto che non mi permetteva di dare il massimo". Quello di cui ha più paura sono i disagi mentali, ha avuto periodi di down ma non è mai arrivata a prendere farmaci, con la malattia della madre, da due anni dice di essersi riavvicinata a Dio: “Dovevo aggrapparmi qualcosa, a Dio, all’universo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belve, Ilenia Pastorelli: “Starei tutto il giorno a letto, mi alzo solo se mi fanno il bonifico”

Today è in caricamento