Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Allarme rosso dell'Oms sul morbillo in Italia: "Il decreto vaccini non basta"

I numeri sono inquietanti: "L'Italia sta diventando il fanalino di coda in Ue". Da inizio anno sono 3672 i casi di morbillo registrati nel nostro Paese, l’89% in persone non vaccinate

L'Organizzazione mondiale della sanità lancia "l'allarme rosso" in Italia per il morbillo. "Non è solo il decreto sui vaccini obbligatori che potrà risolvere il problema", ha detto l'assistente direttore dell'organizzazione dell'Onu per la Salute Flavia Bustreo. "I numeri sono inquietanti. L'Italia sta diventando il fanalino di coda in Ue: nel 2017 il morbillo ha causato 35 decessi nei Paesi dell'Unione europea", ha sottolineato.

Per contrastare il fenomeno che l’Oms definisce di "vaccine hesitancy", prosegue Bustreo, "serve anche una campagna di informazione fatta di incontri in cui i genitori abbiano modo di esprimere le loro preoccupazioni e ricevano risposte convincenti, e l'istituzione di una commissione indipendente di esperti: questo per contrastare la paura espressa da un terzo del fronte "no vax" che le decisioni prese dai governi siano influenzate dalle case farmaceutiche. Non voglio sembrare una Cassandra ma già in aprile avevo lanciato l'allarme sul ritorno di una malattia potenzialmente mortale. Vediamo un trend positivo con un aumento degli impegni dei partner e 45 miliardi di dollari spesi dal 2010 sulla salute di donne e bambini".

Da inizio anno sono 3672 i casi di morbillo registrati in Italia, l’89% in persone non vaccinate. Tre i decessi. Sono i dati dell’ultimo bollettino sull’emergenza morbillo diffusi dal Sistema di sorveglianza integrata su morbillo e rosolia Ministero Salute e Iss. Erano 3501 i casi segnalati dal precedente bollettino. Quasi tutte le Regioni (18 su 21) hanno segnalato casi, ma il 90% proviene da Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia L’età media si attesta sui 27 anni e fra i colpiti figurano 263 operatori sanitari.

La maggior parte dei casi (73%) è stata segnalata in persone di età maggiore o uguale a 15 anni, mentre 219 casi avevano meno di un anno di età. Nel 6% dei casi i pazienti colpiti avevano effettuato una sola vaccinazione. Per il 35% si è sviluppata almeno una complicanza e il 41% dei pazienti colpiti è dovuto ricorrere al ricovero, mentre il 22% si è rivolto al Pronto Soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme rosso dell'Oms sul morbillo in Italia: "Il decreto vaccini non basta"

Today è in caricamento