Venerdì, 4 Dicembre 2020
a 'Verissimo'

Loredana Bertè ricorda il drammatico passato: “Io presa a calci, pugni e poi violentata”

Nella puntata di Verissimo in onda sabato 20 novembre la cantante ha ripercorso la brutale esperienza vissuta quando aveva 17 anni

(Loredana Bertè racconta la violenza subita a Verissimo)

“Mi sono sentita in colpa per anni e ancora oggi ho un ricordo che tento di reprimere, perché penso ancora che me la sono cercata”: così Loredana Bertè ha aperto il suo cuore nell’intervista rilasciata nella puntata speciale di Verissimo contro la violenza sulle donne in onda su Canale 5 sabato 21 novembre. La cantante ha ripercorso insieme a Silvia Toffanin il drammatico abuso subito quando aveva 17 anni e si ritrovò vittima della brutalità di un uomo che abusò di lei. “C’era questo ragazzo che mi portava le rose ogni giorno e io da cretina ci sono cascata”, ha raccontato addentrandosi nei dettagli dell’accaduto: “Una volta mi ha invitato a cena e io ho accettato. Si è fermato in posto che era uno scannatoio... Mi ha preso a botte, calci e pugni e mi ha violentata. Riuscendo a uscire viva mi sono trovata davanti a un taxi che mi ha portata in ospedale”.

“Non ho potuto denunciare, la cosa più atroce è questa, perché allora non era il caso”, ha detto ancora: “Me ne sono guardata perché non volevo che mia madre sapesse della violenza, mi sarei sentita in colpa ancora di più perché c’ero andata. Non ho voluto vedere uomini per 5 o sei anni. Sono stata violentata fisicamente ma anche psicologicamente”.

La sorella di Mia Martini contro Loredana Bertè: “Racconti cose non vere, Mimì ti teneva a distanza” 

Loredana Bertè e le violenze domestiche

La tragedia vissuta da Loredana Bertè è arrivata dopo anni di violenze subite anche dal padre tra le mura domestiche. "Lui odiava le donne", ha spiegato la rocker che poi ha aggiunto: "Ho visto mio padre picchiare mia madre all’ottavo mese di gravidanza, massacrarla di botte fino a farle uscire il sangue. Metteva Beethoven in sottofondo e quando lo faceva qualcuno in casa veniva menato a sangue".

Racconti tremendi che l’artista ha voluto condividere nel salotto di Silvia Toffanin dal quale ha mandato un messaggio forte a chi, come è capitato a lei, è vittima di uomini violenti e dispotici: “Alle donne dico, al primo schiaffo denunciate, fatevi aiutare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loredana Bertè ricorda il drammatico passato: “Io presa a calci, pugni e poi violentata”

Today è in caricamento