Venerdì, 25 Giugno 2021
Spettacoli&Tv

Aurora Ramazzotti a "X Factor", la Lucarelli tuona: "In lei neanche il fascino del nulla"

La giornalista dice la sua dopo le feroci critiche sul web in merito alla decisione di Sky di far condurre la fascia pomeridiana del famoso talent alla figlia di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker

In questi giorni non si parla d'altro. Fa discutere la decisione di Sky di far condurre la striscia pomeridiana di "X Factor" ad Aurora Ramazzotti e sui social è bufera. La figlia 19enne di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker è bersagliata da critiche e accuse, quella di essere "raccomandata" è senza dubbio la più diffusa.

A difendere Aurora papà Eros, che con un messaggio su Instagram ha invitato gli "invidiosi" ad aspettare di vederla in tv prima di parlare e che le raccomandazioni non sono una cosa che riguarda la loro famiglia. 

Nella polemica non poteva mancare Selvaggia Lucarelli. La giornalista, che in questi giorni si trova a Tokyo con il figlio, ha detto la sua dal Giappone con un lungo post su Facebook: "Il problema non è Aurora. Che la ragazza volesse andare a parare lì s'era capito abbondantemente vista la richiesta spasmodica di attenzioni, ma si sperava che mamma e papà le dessero il saggio consiglio di fare altro. Siccome però Aurora è maggiorenne e pure se il consiglio c'è stato è comunque libera di fare di testa sua, si confidava nella saggezza di produttori, autori tv e direttori di rete. La saggezza di non farle proposte che non fossero al massimo 'la figlia di' a Pechino express o altre piccole opportunità per dire 'esisto', non per dire 'faccio la conduttrice'".

La Lucarelli si dice dunque stupita dalla scelta di Sky e di "un programma come X Factor che ha sempre conservato quell'aria un po' snob della serie 'se ti sei sporcato le mani qui non lavori'". Infine la giornalista affonda il colpo: "Per lavorare in TV a volte basta anche poco, basta l'effimero. Ecco. Io in lei non vedo manco il fascino del nulla. Fosse solo una gran bellezza capirei, ma è una ragazza normale. Fosse una gran simpatia, avesse dei guizzi, mi raccontasse qualcosa, capirei, ma pure sul web è il nulla. I numeri contano poco, se decidessero le sorti TV io condurrei Sanremo e Luca Bizzarri sarebbe papa. Fosse una ribelle, un'artista mediocre che ci fa sorridere , un discreto talento che vuole emergere, una buffa, una sciroccata, una trasgressiva, una nerd, una che riesce a colpire per una qualunque ragione che non sia 'la mamma è Michelle e il papà Eros', io credo che in fondo ce ne faremmo tutti una ragione. Ma qui davvero, non manca la sostanza, manca anche la vacuità. Non manca solo il merito, ma anche un qualunque demerito, purché interessante. P.s. Quelli che 'beh dai, aspettiamo a giudicare, vediamo come va', mi devono far capire una cosa: si va a tentativi con il programma di punta di una rete? Uno che vuole correre lo si fa esordire alle Olimpiadi?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aurora Ramazzotti a "X Factor", la Lucarelli tuona: "In lei neanche il fascino del nulla"

Today è in caricamento