rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Spettacoli&Tv

Lucio Dalla non ha fatto testamento: il compagno non eredita niente

L'eredità sarà divisa tra i cinque cugini del cantante, che decideranno ora se istituire la Fondazione Dalla

Lucio Dalla non ha lasciato un testamento e quindi i suoi beni andranno ai parenti, escludendo il compagno Marco.

La conferma arriva dal curatore patrimoniale nominato dal Tribunale di Bologna, Massimo Gambini, che ha terminato l'inventario dei beni del cantante, scomparso il primo marzo a Montreux: tra questi ci sono diverse proprietà immobiliari a Bologna, una villa a Milo, in provincia di Catania, e due nelle Isole Tremiti, opere d'arte, una barca da 22 metri, due società di produzione e i diritti d'autore (che ammontano a circa 500mila euro l'anno).

Gli eredi sono quindi i cinque cugini di Dalla.

Se in un primo momento, nei giorni immediatamente successivi alla morte del cantante, sembrava che tra Alemanno e la famiglia di Dalla non ci fossero né attriti né polemiche, qualche tempo dopo il giovane attore, compagno degli ultimi anni della vita di Dalla, rilasciò un'intervista al Corriere della Sera nella quale criticava l'atteggiamento dei parenti, lamentando di essere praticamente segregato nella parte di sua proprietà del grande appartamento di Dalla in via D'Azeglio a Bologna.

Ora spetta agli eredi decidere se istituire o meno la Fondazione che Dalla desiderava mettere in piedi, per sostenere i giovani talenti. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucio Dalla non ha fatto testamento: il compagno non eredita niente

Today è in caricamento