Domenica, 16 Maggio 2021

E' morta Franca Valeri

L'attrice e sceneggiatrice aveva appena compiuto 100 anni. "La mia una vita fortunata", confidò nell'ultima intervista

E' morta Franca Valeri

Lutto nel mondo dello spettacolo. E' morta Franca Valeri. L'attrice e sceneggiatrice aveva compiuto 100 anni lo scorso 31 luglio. L'allestimento della camera ardente è previsto per domani pomeriggio in teatro a Roma. 

Morta Franca Valeri, la carriera

Nata il 31 luglio 1920, vero nome Franca Maria Norsa, milanese ma romana d'adozione fin dagli anni Cinquanta (viveva a Trevignano Romano), Franca è stata attrice, sceneggiatrice e drammaturga di teatro e di cinema, inimitabile per la geniale ironia che sapeva infondere nei suoi personaggi e per l'innata capacità di osservazione. Contraltare perfetto e paritario dei grandi nomi della comicità della commedia all’italiana, al cinema e nel teatro: in un mondo prevalentemente maschile, dominato dalle figure titaniche e corrosive come Alberto Sordi e Totò, Franca è stata altrettanto caustica e brillante.

Passa dal cinema alla televisione, mentre il teatro è e resta la sua casa d’elezione, e dà vita a donne dalla personalità forte, cinica e tagliente, dalla signorina snob milanese alla romana Sora Cecioni, nata per il piccolo schermo a “Studio Uno”.

Ha lasciato il segno con film come "Il segno di Venere" (dove è la romantica Cesira in cerca di marito ma oscurata da una prorompente Sophia Loren, cugina ingombrante), "Il vedovo" (a fianco del cialtrone Alberto Sordi, che lei chiama "cretinetti") e "Piccola posta" (sempre con Sordi, dove cura la posta del cuore di una rivista femminile spacciandosi per la contessa polacca Eva Bolasky); con opere teatrali come "Lina e il cavaliere" e "Le catacombe"; spettacoli televisivi della Rai in bianco e nero come "Studio Uno" (con uno dei suoi personaggi più celebri, la sora Cecioni, con la parola d'ordine al telefono "Pronto, mamma?") e "Sabato sera".

A 93 anni calcava ancora indomita le tavole del palcoscenico, raccontandosi con sincerità disarmante in libri (come nell’autobiografia “Bugiarda no, reticente”) e incontri pubblici, appoggiando da attrice cause come l’occupazione del Teatro Valle e quella del Cinema Palazzo a Roma. 

Franca Valeri, due grandi amori e una figlia adottatta: "Sono arrivata a 100 anni perché non ho messo l'amore al primo posto"

L'ultima intervista di Franca Valeri: "La mia una vita fortunata"

L'ultima intervista di Franca Valeri risale a un paio di settimane fa, quando ha commentato insieme al settimanale Oggi un traguardo significativo come quello dei 100 anni. Frasi brevissime, raccolte da chi le stava più vicino, a cui con la consueta arguzia e ironia ha confessato: "Urca...ma davvero è passato così tanto tempo? Ma lo sai che non mi sembra? Non me ne sono proprio accorta. Tutto quello che è successo nella mia vita mi sembra successo da poco… toh!". 

Tra le gioie più grandi aveva citato "il debutto con I Gobbi a Parigi" (era composta da Alberto Bonucci e Vittorio Caprioli, nel ’49 arriva la Valeri). Tra i colleghi ricorda con più affetto Vittorio De Sica "un gentiluomo geniale… Ho adorato la Callas e nutro da sempre una grande stima per la Loren. Mi chiama spesso, è molto affettuosa".

Alla domanda se sia mai stata gelosa di un’altra donna aveva risposto: "Né nella vita privata né in quella lavorativa; ho sempre pensato di essere unica". E se il mondo d’oggi le pare "noioso e volgare", per definire la sua lunga vita in un aggettivo aveva scelto: "fortunata", aggiungendo: "Anche nei periodi più bui, ho cercato di darmi delle gioie e cerco di farlo sempre". 

Addio Franca Valeri, 100 anni di un'artista fuori dagli schemi: i film da rivedere e i libri da rileggere

franca valeri-2

franca valeri compleanno-2

sanremo 2014 franca valeri-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento