Giovedì, 29 Luglio 2021
Spettacoli&Tv

Pupo lancia l'hashtag #naniuniti contro Insinna: "Insinnolo, ottavo nano incazzoso"

Il cantante toscano attacca il conduttore per i fuori onda mostrati da Striscia la notizia: "Ciò che mi ha colpito è l'accanimento di Insinna verso la già naturalmente colpita categoria dei nani. Io che, pur essendo il più alto della specie, ne faccio comunque parte, mi sono sentito coinvolto e offeso"

Pupo

Non si placa la bufera sui fuori onda choc di Flavio Insinna mostrati da Striscia la notizia. L'ultimo attacco al conduttore arriva stamattina da Pupo che, tramite l'hashtag #naniuniti, lancia una campagna in difesa della concorrente definita dal presentatore romano "nana di mer**". "Io che, pur essendo il più alto della specie, ne faccio comunque parte, mi sono sentito coinvolto e offeso", spiega.

La provocazione arriva nero su bianco tramite la rubrica "Dolce e un po' salato" che il cantante toscano tiene sul quotidiano di Firenze La Nazione. "Ciò che mi ha dato più fastidio della diatriba Insinna Vs Striscia non è l'ipocrisia, l'arroganza e nemmeno le scuse, non si sa quanto siano poi sincere - scrive Pupo nella sua missiva di fuoco - A queste cose, noi del mondo dello spettacolo, purtroppo siamo abituati. Ciò che invece mi ha colpito è l'accanimento di Flavio Insinna verso la già naturalmente colpita categoria dei nani. Io che, pur essendo il più alto della specie, ne faccio comunque parte, mi sono sentito coinvolto e offeso".

"Ho addirittura pensato - prosegue - nel caso la 'povera' "Nana Muta" della Val D'Aosta decidesse di adire per le vie legali, di costituirmi parte civile e chiedere a Flavio Insinna i danni morali. Quest'ultimo, più che una punizione dalla Rai, meriterebbe di vivere da nano, minimo per un anno. Sono sicura che questa esperienza lo renderebbe migliore".

L'interprete di Su di noi amplia poi il discorso al comportamento tenuto in generale dai personaggi dello spettacolo. "Invito tutti gli addetti ai lavori che sono in possesso di registrazioni 'scottanti', che riguardano i divi nostrani, a tirarle fuori. La gente vuole vederci chiaro, sapere di che pasta son fatti i loro beniamini".

Quindi il velenoso congedo. "D'ora in poi non chiamerò più Flavio con il suo vero nome. Lo chiamerò Insinnolo, l'ottavo nano. Quello imprevedibile e incazzoso", chiosa. E, postando sul suo profilo Twitter ufficiale una foto dell'articolo, mette a corredo l'hashtag #naniuniti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pupo lancia l'hashtag #naniuniti contro Insinna: "Insinnolo, ottavo nano incazzoso"

Today è in caricamento