Sabato, 18 Settembre 2021
Spettacoli&Tv

Sergio Castellitto: "Checco Zalone è un grande comico, non il sociologo d'Italia"

Il regista ha rilasciato un commento sull'attore pugliese e sul successo del film campione d'incassi 'Quo vado?': "Mi fa molto ridere, ma il cinema è un'altra cosa" ha detto al Corriere della Sera

foto Infophoto

Il successo senza eguali del film 'Quo vado?' di Checco Zalone, campione di incassi e di popolarità già a pochi giorni dalla sua uscita, è stato oggetto del commento di Sergio Castellitto che ha dato il proprio parere sul fenomeno cinematografico dell'anno nel corso di un'intervista al Corriere della Sera.

Nel presentare il suo prossimo lavoro dietro la macchina da presa, il regista che con 'Non ti muovere' e 'Venuto al mondo' ha ottenuto diversi premi e nomination, ha criticato la politica e in genere gli esponenti di sinistra che prima criticavano il personaggio pugliese e ora, visti i numeri, lo elogiano:

Non so quanto c'entri il cinema con l'incasso di Zalone. Mi sembra un evento rave, quando tutti si riuniscono sul campo. Premesso che mi fa molto ridere, e che di fronte al successo bisogna inchinarsi e domandarsi perché, mi fa altrettanto ridere la sinistra che dopo anni di snobismo sale sul carro del vincitore, eleggendo Zalone a sociologo d'Italia, quando è solo un grande comico che è riuscito a prendere il pubblico dei cinepanettoni e quelli che non li andavano a vedere, che era la sinistra. 

Castellitto, poi, si è detto poco propenso all'idea che il clamore sorto da questa pellicola possa davvero giovare al nostro cinema, sebbene riconosca che sia "meglio dei film assistiti che hanno dissipato milioni di euro disprezzando l'idea di cinema che riportasse a casa il proprio denaro". "Il cinema, però, è un'altra cosa" ha poi concluso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sergio Castellitto: "Checco Zalone è un grande comico, non il sociologo d'Italia"

Today è in caricamento