rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
L'analisi della puntata

La spiegazione del finale di The Peripheral, e di quella scena nascosta

Una possibile interpretazione di quello che è successo nell'ultimo episodio e le ipotesi per la stagione 2

Venerdì 2 dicembre su Prime Video è uscito l'ottavo e ultimo episodio della prima stagione di The Peripheral, la serie tv molto liberamente tratta dall'omonimo romanzo di fantascienza pubblicato nel 2014 (in italiano con il titolo Inverso) da William Gibson, e ribattezzata, anche da noi la "nuova Westworld", nel bene e nel male

Se quando sono iniziati i titoli di coda avete spento o comunque siete usciti dalla visione dell'episodio, sappiate che vi siete persi una scena, che in gergo si chiama appunto "post-credits scene", che fa intuire qualcosa di più sull'eventuale stagione 2 e in particolare su quello che dovrà fare il buon/cattivo Lev Zubov, ma prima di parlare di questa scena ecco la nostra spiegazione di questo finale di stagione 1 di The Peripheral.

The Peripheral 13

La spiegazione del finale di The Peripheral

Dunque, come ormai d'abitudine anche nel finale di stagione non si capisce se The Peripheral è più complicata o più confusa, ma proviamo a farla semplice, per quanto possibile.

Innanzitutto Aelita è viva e lotta insieme agli altri che si sono tolti il microchip dietro l'orecchio, come ha rivelato al fratello Wilf. In pratica lei voleva scaricare tutti i dati del Research Institute nelle protesi aptiche di Burton, ma il problema è che a collegarsi all'inizio era Flynne, che non ha le protesi, quindi i dati le si sono "infiltrati" nel DNA sotto forma di batteri, e su questo non chiedeteci spiegazioni più scientifiche perché non ne abbiamo.

The Peripheral 6

Ad ogni modo è dentro Flynne che ci sono tutti i dati del RI, compresi quelli del progetto di mutazione dell'indole delle persone: quello che hanno sperimentato nel frammento attuale, immettendo questa tecnologia sul mercato e facendola arrivare all'esercito, che l'ha usato nella guerra contro il Texas secessionista in alcune squadre di soldati speciali, come appunto quella di Burton e Conner, e quest'ultimo ci ha rimesso gambe e un braccio proprio perché, a causa degli impianti pilotati dal RI, si è fatto intenerire da un cane-bomba.

E tra l'altro l'ispettrice Lowbeer ci informa che nell'altra linea temporale, quella che è il passato del futuro in cui ci troviamo nel 2099, quella in cui il RI non ha introdotto quelle tecnologie, Conner non ha riportato incidenti, ma Burton è morto. 

The Peripheral 8

Quindi Cherise Nuland vuole uccidere Flyenne "e tutta la razza sua" perché quei dati non finiscano davanti all'opinione pubblica o peggio nelle mani della Klept, e Lowbeer sembra volerla aiutare nel piano di sterminio. E LEv ha il suo bel daffare con Ash e Ossian, che ha scoperto nell'atto di complottare per decifrare quei dati per rivenderli ai Neoprimitivi, affinché "distruggano questo mondo e ne costruiscano un al suo posto". Ma appunto Lev li scopre, e dopo essersi fatto dire tutto sfregia Ossian come ammonimento, ma Ash reagisce andando da Nuland a dirle tutto. 

Nel frattempo, nel 2032, succede che lo sceriffo si rivela a Tommy per il corrotto e servo di Corbell che è, Tommy sembra chinare la testa ma poi prende le armi sequestrate al killer che aveva arrestato e le usa per uccidere entrambi. Peccato per lui Corbell sopravvive, anche se mentre è in coma i suoi sgherri lottano già per la successione. Si decide per un triumvirato che esclude Jasper, considerato troppo morbido per gestire il business, ma Jasper se la lega al dito, li fa ubriacare e li fa investire da un treno in corsa, nonostante un ripensamento dell'ultimo secondo dopo una telefonata con la moglie.  

The Peripheral 9

 Ma eccoci al finale: Flynne parla con Ash (anche se non si capisce come e dove si incontrino, ma vabbè), che le rivela di aver detto tutto a Nuland. Allora Flynne stabilisce il suo contropiano, che prevede un accordo con Lowbeer, evidentemente infastidita dai riferimenti di Nuland alla sua figlia morte reimpiantata in un koid, e un altro, doloroso, con Conner. Di qui in poi parte la nostra interpretazione.

Il piano consiste nel creare un nuovo frammento, dopo essersi introdotta in una succursale del RI dove ci sono le periferiche che gestiscono i frammenti, su indicazione di Lowbeer. E quando Nuland ci connette per far desistere Flynne, lei crea un altro frammento nel 2032 e distrugge l'orologio "a cipolla" che gestisce le informazioni della periferica.

Questo serve a Flynne che così ha un altro passato in cui tornare, senza che Nuland lo possa rintracciare vista la distruzione dell'orologio, mentre Flynne può rintracciare - e minaccia di farlo - Nuland dal nuovo frammento. Ma il piano va oltre, e comprende appunto l'accordo con Conner.

Lui e Flynne si ritrovano (anche qui, non si capisce come né dove né quando9 nel futuro per far sì che Flynne gli faccia promettere di assecondarla. In sostanza lui deve uccidere lei nel frattempo da cui arrivano, così che Lowbeer possa far credere a Nuland di aver fatto sistemare la faccenda senza bisogno di far esplodere un intero sito missilistico. 

The Peripheral 5

Ma in realtà Flynne cosa fa? Lei va nel nuovo frammento, non si capisce come (uccide la sé stessa di quel frammento? Magicamente entra nel suo cervello?) si sistema lì, poi rivà nel futuro da lì, e da lì torna al frammento in cui è sempre vissuta usando il suo corpo, che altrimenti morirebbe per denutrizione, per uscire fuori di casa (da notare, senza l'aggeggio in testa con cui si connette) e farsi sparare da Conner.

In questo modo Nuland si dovrebbe tranquillizzare, ma a questo punto Flynne non muore davvero e torna al suo nuovo frammento, dove si toglie la periferica e - immaginiamo - andrà prima sulla tomba del fratello e poi da Conner a spiegargli tutto, ma nell'ultima, anzi penultima scena di questa prima stagione vediamo solo lei che torna a Londra 2099 per trovarsi di fronte all'ispettrice Lowbeer che dice "allora, iniziamo il nostro lavoro?". E ora, guardiamo l'ultima scena, quella che forse vi siete persi.

La scena nascosta nel finale e le ipotesi per la stagione 2

Al minuto 51, dopo tutti i titoli di coda ma prima delle indicazioni dei vari doppiaggi, non si capisce bene né perché c'è un'altra scena, con protagonista Leb Zubov. Il nostro oligarca della Klept entra con la moglie in un ristorante per una cena con i suoi genitori, ma quando arrivano vicini al tavolo notano tre signori che evidentemente sono uomini molto importanti della Klept, perché la moglie gli dà un bacio e gli dice un "ti amo" che sa tanto di addio.

The Peripheral 7

E infatti per la prima volta vediamo Zubov davvero spaventato, tutto scuse e capo cosparso di cenere, forse per paura di fare la fine di quell'altro oligarca a cui hanno sterminato tutta la stirpe in ogni frammento. Ma i tre in pratica gli dicono che capiscono la faccenda del rubare i dati del RI, ma ora l'unica cosa da fare è trovare Aelita e uccidere lei e tutti i suoi.

Dunque probabilmente è questo che vedremo nella stagione 2 di The Peripheral, sempre se Amazon la rinnoverà. Da un lato la caccia di Zubov a Aelita e i suoi sodali, che vogliono ribaltare tutto l'establishment sfruttando i dati nella testa di Flynne, sempre che lei concordi. E vedremo anche cosa Flynne farà per mantenere la sua promessa di uccidere Cherise Nuland. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La spiegazione del finale di The Peripheral, e di quella scena nascosta

Today è in caricamento