Sabato, 8 Maggio 2021

Cristina Parodi: “Sono preoccupata per mio marito, ma so che non potrei mai convincerlo a fermarsi”

La conduttrice, moglie del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, ha raccontato i momenti della sua quotidianità famigliare nel pieno dell'emergenza sanitaria

Cristina Parodi e Giorgio Gori (Instagram)

Cristina Parodi ha affidato al settimanale Oggi le riflessioni su uno dei momenti più difficili della sua vita, segnata come quella di tutti gli italiani dal dramma dell’emergenza sanitaria in corso. “La mia Bergamo piange, ma saprà rialzarsi” scrive la conduttrice televisiva parlando della città in cui vive da 25 anni con il marito Giorgio Gori, sindaco del capoluogo lombardo che resta il più colpito dal coronavirus.

La giornalista ha poi proseguito il suo racconto non nascondendo il timore per l’instancabile impegno del marito:   “Non si è mai fermato un attimo dall’inizio di questa epidemia. Lavora dal mattino alla sera sempre in prima linea, come se questo virus non potesse toccarlo. Sono preoccupata per lui, ma so che non potrei mai convincerlo a fermarsi”, ha confidato, rivelando i dettagli della propria vita famigliare stravolta in un momento di tale criticità, ma comunque ricca di dolcezza grazie alla presenza dei suoi tre figli, tornati in casa dalle rispettive città di studi.

I figli di Cristina Parodi e Giorgio Gori sono tornati a Bergamo

Vista la situazione emergenziale, i figli di Cristina Parodi e Giorgio Gori, Alessandro, Angelica e Benedetta, sono tornati a Bergamo e trascorrono le giornate di isolamento con i genitori per i quali rappresentano una fonte di grande dolcezza .

“Alessandro è tornato da Siena, dove stava facendo uno stage dopo la laurea”, spiega ancora Cristina Parodi: “Le mie ragazze sono rientrate dall’Inghilterra: Benedetta studiava per un master a Canterbury e Angelica, la piccola, frequentava l’ultimo anno del college. Con loro due non ci siamo ancora abbracciate. Stanno finendo l’isolamento di due settimane per essere certe di non essere contagiose. Ma la loro presenza a casa è una gioia immensa”.

Ognuno dei suoi tre ragazzi affronta queste giornate a suo modo: “Angelica canta nella sua camera, Benedetta studia, Alessandro fa il volontario: va a comprare la spesa per gli anziani e la consegna a casa”, rivela la conduttrice: “Ci ritroviamo la sera a guardare film, a discutere di ansie e progetti futuri, a confortare Giorgio che non si è mai fermato”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristina Parodi: “Sono preoccupata per mio marito, ma so che non potrei mai convincerlo a fermarsi”

Today è in caricamento