Martedì, 11 Maggio 2021

Asia Argento, Bennett rompe il silenzio: "Mi vergognavo"

L'attore e musicista rock statunitense commenta per la prima volta le accuse di molestie sessuali mosse contro l'attrice e regista italiana: "Il trauma si è risvegliato quando quella persona si è dichiarata essa stessa vittima"

Asia Argento e Jimmy Bennett

"Vorrei superare questa vicenda e oggi ho deciso di andare avanti, ma non più rimanendo in silenzio". Jimmy Bennett rompe il silenzio. L'attore e musicista rock statunitense commenta per la prima volta le accuse di molestie sessuali mosse contro Asia Argento, già respinte dall'attrice e regista italiana. Lo fa con una nota rilasciata al 'New York Times', lo stesso quotidiano che domenica scorsa aveva rivelato la vicenda risalente al 2013. 

Perché Bennett è rimasto in silenzio così a lungo? "Nei giorni scorsi non ho fatto dichiarazioni perché ero addolorato e mi vergognavo che tutto questo fosse reso pubblico", confessa il ragazzo, ricordando il presunto rapporto sessuale avvenuto in una camera d'albergo della California, cinque anni fa, quando aveva appena compiuto 17 anni.

"Pagalo, è uno stupido", gli sms di Bourdain ad Asia Argento per liberarsi di Bennett

"All'epoca dei fatti ero minorenne - racconta ancora il giovane, oggi 22enne - e ho cercato giustizia nel modo che a me sembrava più appropriato perché non mi sentivo pronto ad affrontare le conseguenze che questa vicenda, se resa pubblica, avrebbe potuto comportare". Bennett ha deciso così di tenere nascosto quanto accaduto temendo che, riferisce lui stesso, "in quanto maschio nella nostra società le mie parole sarebbero state stigmatizzate".

Asia Argento respinge le accuse: "Non ho avuto alcuna relazione sessuale con Bennett"

Poi la svolta e la decisione di uscire allo scoperto. "All'inizio non ho rivelato la mia storia perché avevo deciso di gestirla in modo privato con la persona che mi aveva ferito", ribadisce Bennett, aggiungendo però che "il trauma si è risvegliato" in lui "quando quella persona si è dichiarata essa stessa vittima". Il riferimento è al caso Weinstein, l'ex produttore cinematografico di Hollywood accusato proprio da Asia Argento e da altre attrici di molestie sessuali. Ora il giovane attore, a distanza di cinque anni, si dice pronto a condividere la propria versione dei fatti. "Ho affrontato molte difficoltà nella mia vita e affronterò anche questa - conclude - Vorrei superare questa vicenda, e ho deciso di andare avanti. Ma senza rimanere più in silenzio".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asia Argento, Bennett rompe il silenzio: "Mi vergognavo"

Today è in caricamento