Giovedì, 17 Giugno 2021
dietrofront

La Francia si arrende ai Maneskin: "Non faremo reclamo". Ed interviene la cantante Barbara Pravi

Parla Delphine Ernotte, a capo del servizio pubblico France Télévisions. La decisione dopo i molti appelli dei francesi a squalificare la band italiana dall'Eurovision

I Maneskin e Barbara Pravi

"Qualunque sia il risultato del test antidroga, la Francia non ha alcuna intenzione di fare ricorso. Il voto è stato estremamente chiaro in favore dell’Italia. La vittoria non è stata rubata ed è questo ciò che conta". Così Delphine Ernotte, a capo del servizio pubblico France Télévisions, annuncia che la Francia non presenterà reclamo dopo gli appelli di molti francesi a squalificare i Maneskin, vincitori dell'Eurovision Song Contest, perché convinti di aver visto Damiano David sniffare su un tavolino in diretta. Accuse smentite fermamente dai diretti interessati, con lo stesso frontman intenzionato a sottoporsi ad un test antidroga nelle prossime ore. 

Com'è noto, la Francia si è classificata seconda nella competizione canora europea col brano Voilat di Barbara Pravi. A distanziare il primo e il secondo classificato, c'è stato il favore accordato dal pubblico, che ha votato per la band italiana in numeri record, andando così a superare la francese, favorita invece dalla giuria tecnica. "L’Eurovision è una competizione sana, senza colpi bassi, con molto fair-play e amicizia tra le squadre e bisogna conservare questo spirito", prosegue Ernotte, "vogliamo vincere, ma l’anno prossimo andremo con piacere in Italia. E vinceremo con lealtà, senza bisogno di reclami". L'idea del test si è fatta strada tanto che ieri persino il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, ha detto "Se c’è bisogno di un test, faranno i test". Oggi il dietrofront. 

"Damiano dei Maneskin si sottoporrà a un test volontario antidroga": l'annuncio degli organizzatori dell’Eurovision

La posizione di Barbara Pravi

Ad intervenire sulla questione è inoltre la stessa Barbara Pravi. "Per prima cosa, non mi importa granché - dice - Sono cose che non mi riguardano. Soprattutto, quel che è reale, è che i Maneskin sono arrivati primi grazie al voto della giuria e del pubblico. Dopodiché, se si drogano, se si mettono le mutande al contrario o chissà che, non è una questione che mi riguardi". Intanto si attendono i risultati del test.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Francia si arrende ai Maneskin: "Non faremo reclamo". Ed interviene la cantante Barbara Pravi

Today è in caricamento