È morto John Peter Sloan, l'attore e insegnante che fece amare l'inglese agli italiani

Aveva 51 anni, era arrivato in Italia nel 1990. Tra i volti più amati di Zelig, le sue lezioni di inglese sono diventate un cult

John Peter Sloan

Ci ha fatto sorridere. E ci ha fatto amare la lingua inglese. Addio a John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più amato d'Italia. La notizia della morte dell'attore, cantante e comico inglese, diventato noto al grande pubblico grazie al suo rivoluzionario metodo d'insegnamento della lingua, si è diffusa velocemente nell'ambiente teatrale milanese, dov'era ben voluto dai colleghi. È scomparso improvvisamente a Menfi, in Sicilia, dove si trovava in vacanza. A dare la notizia su Facebook gli attori Herbert Pacton e Maurizio Colombi.

Da alcuni anni viveva ad Agrigento insieme alla sua compagna e qui, oltre a insegnare, con una fondazione si occupava di cani randagi. L'ultimo post su Facebook del prof è del 22 maggio e ironizza proprio sulla 'sua' Sicilia.

Zelig ricorda John Peter Sloan: “Doveva partecipare alla Covid Edition. Ci mancherà moltissimo” 

Il cordoglio dei colleghi: "Carattere complicato, ma tra le persone più intelligenti mai conosciute"

A dare la conferma della sua morte improvvisa sono alcuni colleghi che con lui hanno condiviso il palco. Maurizio Colombi scrive: "Oggi ci ha lasciato un grande personaggio italiano importato da Birmingam. John Peter Sloan, un grande cantante, un creatore, un attore, un comico, un insegnante unico, una persona difficile e discutibile fra le più intelligenti che abbia mai conosciuto ma soprattutto un grande amico che adesso mi manca molto. Tvb".

Con grate e toccanti parole lo ricorda Herbert Pacton: "Hai saputo tirare fuori il meglio di me, come persona e come attore, abbiamo riso cosi tanto lavorando fianco a fianco. Ho sempre avuto una grandissima ammirazione per le tue idee geniali, mi hai preso sotto la tua ala e mi hai fatto planare e sono stati momenti incredibili. Ora mi risuona la tua voce in testa, con gli occhi pieni di lacrime mentre accenno ad un sorriso perché sento la tua voce che mi dice una cazzata. Ti ho voluto sempre sempre sempre un gran bene amico mio ed ora ti devo dire addio. Ti porterò per sempre nel mio cuore Mate".

Chi era John Peter Sloan

Come ricostruisce MilanoToday, Joan, di padre irlandese e madre inglese, a 16 anni lascia Birmingham e viaggia per l’Europa come cantante e chitarrista. Fonda un gruppo rock, i The Max, dei quali è il frontman. La band rimane attiva fino al 2000, quando nasce sua figlia, Dhalissia.

allora si dedica in Italia all’insegnamento della lingua inglese, per la quale propone un proprio metodo, nel quale gioca un ruolo determinante la componente ludica. Nel 2007 diventa noto al pubblico milanese per alcuni spettacoli educativi in lingua inglese portati in scena al teatro Zelig, nell’ambito della rassegna Zelig in English. Successivamente scrive diversi spettacoli teatrali che lo vedono protagonista e regista, rivolti a studenti, stranieri che vivono in Italia o amanti della lingua inglese.

Gli spettacoli ottengono un buon successo: Culture Shock, An Englishman in Italy, Full Moon, spettacolo di dark comedy e Instant English. Sloan è affiancato da un cast di attori comici inglesi e italiani. Interpreta inoltre il monologo in inglese Defending the Caveman di Rob Becker per il pubblico italiano. Scrive e interpreta il monologo I am not a Penguin, rappresentato nei maggiori teatri italiani.

Un’altra chiave didattica è quella dell’insegnamento attraverso articoli-lezioni in vena umoristica, pubblicate da Speak Up e dal settimanale Diva e Donna; inoltre insegna attraverso la pubblicazione di podcast gratuiti e l’applicazione English Now.

Il libro Instant English (2010) vende oltre 300.000 copie diventando il manuale di inglese più venduto in Italia, ripubblicato con successo anche in Francia, Germania, Spagna, Polonia e Brasile. John Peter diventa un caso editoriale. Per questo seguono altri quattro libri sempre di successo: English in viaggio (2011), edizioni Gribaudo, che si propone come manuale pratico e veloce per cavarsela in vacanza all’estero; Instant English 2 (2011), edizioni Gribaudo; anche nella versione Instant English 2 for Spain; Lost in Italy (2013), Mondadori; English al Lavoro (2013), Mondadori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Collabora con il gruppo la Repubblica e l’Espresso, con il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport. È ospite di trasmissioni televisive - Geppi Hour, Andata e ritorno, Glob – L’osceno del villaggio, Report condotto, Quelli che il calcio, Zelig Off, La Scimmia, Amici di Maria De Filippi, Zelig Circus, Cristina Parodi Live, Le invasioni barbariche, Verissimo, Mattino Cinque, La vita in diretta. Insomma dovunque ci fosse bisogno di una personalità divertente e brillante, John Peter Sloan dava il suo contributo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Stato di emergenza Covid, si va verso la proroga: ecco le conseguenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento