Mercoledì, 22 Settembre 2021
Tv

Sposini e il risarcimento dalla Rai a 8 anni dal malore: “Non si può liquidare così quello che è successo”

La famiglia del giornalista colpito da un’emorragia cerebrale negli studi Rai il 29 aprile 2011 fa il punto della situazione in un’intervista al ‘Corriere della Sera’

Lamberto Sposini (Instagram)

In occasione dell’imminente arrivo della data che riporta alla memoria il giorno in cui Lamberto Sposini fu colpito da un malore negli studi Rai (era il 29 aprile 2011), Sabina Donadio, ex compagna del giornalista con lui ha avuto una figlia, Matilde, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera per spiegare i rapporti che attualmente intercorrono con la Rai.

Il conduttore, all’epoca, conduceva ‘La vita in diretta’ su Rai Uno. Quel giorno, poco prima di andare in onda, un’emorragia cerebrale sconvolse per sempre la vita di un uomo che – dice la signora Donadio –  “fino a quel momento aveva fatto della parola la sua esistenza, si è ritrovato a non poterla usare più”. Contro la Rai è in corso un processo per accertare i ritardi e le negligenze che avrebbero compromesso lo stato di salute del giornalista. La sentenza di primo grado che negava il nesso è stata impugnata e ora un collegio di giudici ha invitato le parti a trovare un accordo extragiudiziale.

Intanto, spiega Chiara Maffioletti sul Corriere della Sera, la Rai non dà alcuna risposta in merito e la proposta (in primo grado erano stati chiesti 11 milioni di euro, ora l’accordo si raggiungerebbe con 350 mila euro) non è mai arrivata.

“Vorrei fosse chiaro che per noi non è una questione economica. Lamberto ha bisogno di cure costanti, ma il punto non è questo. Ci piacerebbe che, umanamente, la Rai fosse un interlocutore diverso, perché non si può liquidare così quello che è successo”, ha detto la signora Donadio che in questi anni ha “tentato con tutti i presidenti della Rai di turno, con tutti i dg, di far presente la situazione. Non ultimo Salini, che non era a conoscenza di tutti i dettagli e si è dimostrato piuttosto sensibile. Ma dopo un po’ se ne dimenticano sempre”.

Lamberto Sposini compie 67 anni, da Barbara d'Urso a Simona Ventura: gli auguri degli amici

Sposini a 8 anni dal malore, i legali: “Manca un riconoscimento di quello che è successo”

Matilda, la figlia di Lamberto Sposini ora 17enne, è seguita dal legale Ada Odino: “Quello che manca è proprio un riconoscimento di quello che è successo al padre. Dalla famiglia viene considerato più il lato morale che economico: è quello che ferisce”. Famiglia che si sarebbe aspettata un gesto riparativo che però non è arrivato: “Parliamo di una bambina per cui il padre era un supereroe e di colpo si è trovata ad accudirlo. Resta un supereroe per lei, ma questo mutismo da parte della Rai pare quasi disinteresse”.

Lamberto Sposini, chiesto risarcimento milionario alla Rai

Malore Sposini, “la Rai rischia una condanna per milioni di euro”

L’avvocato Bruno Tassone, legale di Sposini, sostiene che la Rai rischia una condanna per milioni di euro: “Perché non arrivare a un accordo che si chiuderebbe con 350 mila euro? Perché continuare questo stato di incertezza?”, si chiede l’avvocato, per quanto, adesso pare che le premesse per una transazione ci siano. “A livello di intenzioni” – il commento di Tassone – “Ma in questi mesi in cui è stata sollecitata una proposta non ci è mai arrivato nulla: nemmeno a livello informale, non una mail, una telefonata interlocutoria, niente”.

La replica della Rai

Dal canto suo, la Rai fa sapere che “essendoci un giudizio in corso”; a tutela delle parti, ritiene non sia corretto parlarne. Intanto il legale di Sposini sostiene che il conduttore non sarebbe stata soccorso in modo adeguato sul posto di lavoro: “Il 118 nel centro cittadino garantisce l’intervento in otto minuti. Nel caso di Sposini, ne sono passati quasi 50 (…)”. La prossima udienza d’appello è fissata per il 21 maggio.

!

Un post condiviso da Lamberto (@lamberto_sposini) in data:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sposini e il risarcimento dalla Rai a 8 anni dal malore: “Non si può liquidare così quello che è successo”

Today è in caricamento