Domenica, 7 Marzo 2021

L'obbligo di mascherine all'aperto nel Lazio in arrivo

L'ordinanza è pronta: una misura annunciata a fronte alla curva epidemica che ieri ha toccato il record assoluto di contagi. E dovrebbe arrivare prima del week end

L'obbligo di mascherine all'aperto nel Lazio "è tra le ipotesi che stiamo studiando, già oggi c'è un obbligo sul territorio nazionale dopo le 18. Stiamo valutando se estendere l'obbligo h24" : il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ieri ha parlato soltanto di ipotesi ma il Corriere della Sera Roma scrive oggi che l'ordinanza è pronta: una misura annunciata a fronte alla curva epidemica che ieri ha toccato il record assoluto di contagi (265, dei quali 55 in più di mercoledì).

Ufficiale: nel Lazio le mascherine diventano obbligatorie

L'obbligo di mascherine all'aperto nel Lazio

La misura mira a contenere i contagi, in rialzo nella regione negli ultimi giorni, e riguarderebbe in particolare tutte quelle situazioni in cui il distanziamento sociale non è possibile. L'introduzione dell'obbligo di mascherina dovrebbe arrivare prima del week end andando così a contenere anche possibili contagi nelle zone della movida dove si creano con facilità assembramenti davanti ai locali e in alcune aree di Roma e di altri centri delle province. 

L'obbligo in particolare sarà rivolto a tutte le situazioni di presenza di più persone compresi i raduni familiari. A questo proposito si è ipotizzato in un primo momento anche un possibile ridimensionamento dei partecipanti alle feste e cerimonie, una sorta di numero contingentato, ipotesi però al momento superata dal'adozione obbligatoria della mascherina. 

Intanto si conferma il primato nazionale dei ricoveri, 666 pazienti (+7), di cui 49 in Terapia intensiva. Ma il codice rosso è arrivato con l’indice Rt, utile a valutare il rischio trasmissibilità del Covid, che, come scrive RomaToday, è balzato a quota 1.09: non superava quota 1 da metà luglio. "La priorità a scuole, università e lavoro: dobbiamo adottare tutte le contromisure di prevenzione possibili", sottolinea il governatore del Lazio, preannunciando le restrizioni in arrivo: guardia alta ma "senza panico", spiega invitando tutti a "uno spirito di responsabilità individuale". 

"Tamponi ai bambini ad ogni starnuto"

Intanto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato sul tema dall'agenzia Dire, dice che è necessario che ad ogni raffreddore o starnuto un bambino faccia un tampone: "Il rischio oggi è quello di sovraccaricare il numero di tamponi richiesti, specialmente con le scuole aperte, ma al momento non abbiamo altre soluzioni".  "Per evitare i contagi- prosegue Magi- in questo momento è necessario essere il più prudenti possibile e fare i tamponi. Certo e' che se al primo segnale ci si ritrova a dover fare un tampone la situazione diventa complessa. Così come sarebbe la 'fine' se per ogni bambino che arriva a scuola e fa un colpo di tosse tutti i suoi compagni fossero costretti a tornare a casa e a fare i tamponi tutti i giorni". Il tampone, aggiunge il presidente dell'Omceo Roma, non è una "passeggiata di salute- aggiunge Magi- e si stanno sperimentando altri tipi di test, che speriamo siano meno invasivi". 

"Quello che è sconfortante è che facciamo fare i tamponi ai bambini per ogni starnuto, ma poi ci ritroviamo a discutere se far entrare o meno 25mila persone dentro ad uno stadio" continua Magi. "Nel nostro Paese esistono delle contraddizioni - prosegue - a volte prevalgono motivi economici su motivi sanitari, ma bisogna andare per priorita' e fare delle scelte, oltre che essere più coerenti". Quindi secondo lei, di riaprire gli stadi, ovviamente con ingressi contingentati, proprio non se ne parla? "Assolutamente no - risponde Magi alla Dire - il problema non è far mantenere le distanze dentro lo stadio, ma far entrare e poi uscire 25mila persone ai cancelli. Non credo che riuscirebbero a rimanere a due metri di distanza gli uni dagli altri...". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'obbligo di mascherine all'aperto nel Lazio in arrivo

Today è in caricamento