Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Meloni "vede" il bluff di Renzi: mozione di sfiducia per il premier

I sondaggi vedono la crescita di Fratelli d'Italia: il partito di Giorgia Meloni è quasi appaiato al M5s e sarebbe pronta una mozione di sfiducia per affondare il governo Conte. Resta il dubbio se troverà una sponda in Italia viva di Matteo Renzi

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni durante le votazioni degli emendamenti alla Camera sul decreto coronavirus, Roma, 26 febbraio 2020. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Sfiduciare il premier Conte, far cadere il governo e andare al voto. Ancora non è finita l'emergenza Coronavirus che la politica dissotterra l'ascia di guerra nascosta per qualche giorno in nome dell'unità nazionale. Dopo le picconate di Renzi (nascoste, ma non troppo) nella sua enews in cui accusa di gravi errori comunicativi il Governo, è Giorgia Meloni a proporre una mozione di sfiducia per il presidente del consiglio.

La presidente di Fratelli d'Italia considera il Governo Conte una esperienza fallita e sarebbe pronta una mozione di sfiducia al governo "per verificare se ci sia ancora una maggioranza che lo sostiene". 

Un modo per vedere anche il gioco di Italia Viva che fino alla scorsa settimana aveva più volte ipotizzato l'apertura di una crisi di governo partendo da una mozione di sfiducia per il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Una mozione che porterebbe il Paese verso le elezioni anticipate, seppure in un periodo critico visto l'imminente Referendum confermativo del taglio dei parlamentari e le necessarie modifiche dei collegi. Per non parlare poi del difficile stato dell'economia e il rischio recessione allargato con l'espandersi dell'epidemia di Coronavirus

Ma dopo il Conte bis non sembrano esserci le condizioni di un Conte Ter. "La soluzione per il dopo Conte - spiega Giorgia Meloni - sono libere elezioni. I voti di Fratelli d'Italia non sono indispensabili per un governo istituzionale".

"Non è vero, infatti, come ci viene raccontato da più parti, che oggi non si possa votare, e siamo pronti a dimostrarlo. È inaccettabile che, usando persino il coronavirus, ogni scusa in Italia sia buona per impedire agli italiani di votare. Ogni altra ipotesi che si dovesse mettere in campo non ci troverebbe d'accordo". 

Elezioni, dove e quando si vota nel 2020: è campagna elettorale continua

La mozione di sfiducia dovrà trovare però anche i voti dei partiti di maggioranza: resta il dubbio se Matteo Renzi offrirà una sponda per affondare il governo dopo i contrasti ma anche i ripetuti appelli all'unità nazionale.

Sondaggi, come voterebbero gli italiani

Interessante notare anche gli ultimi sondaggi e come l'emergenza in corso possa influenzare la propensione al voto. Secondo una rilevazione dell'istituto Ixé per il programma di Rai3 Cartabianca la risposta del Governo all'emergenza coronavirus è stata adeguata per più del 70% degli intervistati, così come resta alta la fiducia riposta in Conte. Tuttavia si registra un aumento dell'influenza di Giorgia Meloni che ha conquistato la fiducia di un italiano su tre. Parimenti il suo partito Fratelli d'Italia avrebbe quasi raggiunto al terzo posto il Movimento 5 stelle. Una progressione che - al contrario - vede un indebolimento della Lega.

  • Lega – Salvini 27,7
  • Partito Democratico 21,6
  • Movimento 5 Stelle 15,4
  • Fratelli d’Italia 13,7
  • Forza Italia 5,9
  • Italia Viva 3,0
  • +Europa 2,6
  • La Sinistra 2,5
  • Europa Verde 2,0
  • Azione 1,7
  • Cambiamo! 0,6
  • Altri 3,3
  • Indecisi/astenuti 38,3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni "vede" il bluff di Renzi: mozione di sfiducia per il premier

Today è in caricamento