rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Notizie curiose

"Ferilli, Magalli, Greggio e Totti al Quirinale": un Parlamento come Zelig

In attesa del quarto scrutinio di sabato, quando i giochi si faranno seri, i "grandi elettori" si concedono qualche strappo alle regole. E così non mancano sorprese e nomi curiosi per il Colle

ROMA - L'attesissimo Giancarlo Magalli ha fatto flop. Dopo il boom di voti alle Quirinarie del "Fatto quotidiano", a quelle vere ha totalizzato un solo voto. Al termine del primo spoglio per l'elezione del presidente della Repubblica, non mancano sorprese e nomi curiosi.

Come quelle che i parlamentari hanno riservato a Sabrina Ferilli ed Ezio Greggio. Ma soprattutto al giornalista Claudio Sabelli Fioretti, che ha raccolto ben undici voti, battendo Romano Prodi, Pier Luigi Bersani e quel Sergio Mattarella che, salvo colpi di scena, sabato potrebbe diventare il nuovo presidente della Repubblica.

Cinque voti per l'elezione del presidente della Repubblica sono andati anche a Francesco Totti. Voti nulli, però, perché il calciatore della Roma non ha infatti 50 anni e quindi non è eleggibile. "Non ha l'età", ha detto senza leggere il nome del calciatore la presidente, Laura Boldrini. 

C'è anche un altro nome che ha fatto scalpore nel pomeriggio della prima votazione. E' quello di tal Mauro Morelli, che ha ottenuto ben nove voti e che ha strappato a Enrico Mentana un "E chi c... è Morelli?" già entrato nella storia del piccolo schermo. Il Morelli in questione è, o meglio dovrebbe essere (perché il condizionale è d'obbligo) un consigliere di Sel alla quinta municipalità di Napoli. 

Presidente della Repubblica, i favoriti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ferilli, Magalli, Greggio e Totti al Quirinale": un Parlamento come Zelig

Today è in caricamento