Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Italia

Taglio dei parlamentari, il Pd chiede modifiche e la Lega presenta il Referendum

Da lunedì 7 ottobre la Camera tornerà a discutere del taglio dei parlamentari ma Delrio annuncia emendamenti che allungheranno i tempi: "La maggioranza deve darsi il tempo per discutere". Calderoli: "Lunedì deposito il referendum in Cassazione"

Il disegno di legge costituzionale che taglia 345 parlamentari potrebbe diventare legge entro metà ottobre. Questa la previsione dopo la conferenza dei capigruppo della Camera che ha fissato l'esame del provvedimento a partire da lunedì 7 ottobre. Si tratta del quarto e ultimo passaggio della procedura di revisione prevista all'articolo 138 della Costituzione. Se - come prevede l'accordo di governo - verrà approvato senza modifiche, il parlamento dalle prossime elezioni si avranno 115 senatori e 230 deputati in meno.

Il Pd vuole modificare la legge sul taglio dei parlamentari

Tuttavia sulla tempistica nasce un contrasto tra Pd e M5s. "Siamo persone serie e di parola e quindi abbiamo inserito al primo calendario utile" spiega il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio che tuttavia apre a modifiche che allungherebbero i tempi. "Tutti gli emendamenti alla legge costituzionale al Senato sull'elettorato attivo e passivo sono già pronti per essere presentati" spiega l'esponente Dem che ricorda come nel programma di governo siano previste "garanzie e contrappesi".

"La maggioranza -ha aggiunto l'esponente Dem- deve darsi il tempo per discuterne, per vedere il modello che più garantisce la rappresentatività dei territori dopo il taglio dei parlamentari, perché rischiamo di avere sei Regioni senza senatori, quindi è una cosa molto seria".

Delrio rilancia sulla necessità di una nuova legge elettorale. Il dibattito si è incardinato sulla proposta di una riforma della legge elettorale in senso proporzionale. 

Un passo indietro rispetto a quanto decretato dal referendum del 1993 quasi 29 milioni di italiani scelsero il sistema maggioritario per eleggere i parlamentari segnando il passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica. 

favorevoli al proporzionale ritengono che il meccanismo maggioritario, ancor di più in caso di riduzione del numero dei parlamentari, potrebbe avere effetti estremamente distorsivi del voto popolare, non garantendo adeguata rappresentazione di tutti i territori alla Camera e al Senato.

Legge elettorale, la lega presenta il Referendum

Contrari i partiti di centrodestra che con la Lega si sono fatti promotori di un Referendum per modificare la legge elettorale vigente

Il consiglio regionale del Veneto ha già espresso il suo voto favorevole in merito. Il senatore della Lega, Roberto Calderoli, ha annunciato che lunedì mattina il quesito referendario sarà depositato in Corte di Cassazione. 

"Facciamo decidere i cittadini, dedicano loro democraticamente se vogliono una legge elettorale chiara, in cui chi vince va a governare e chi perde va all'opposizione, senza giochini di palazzo per creare maggioranze diverse da quelle espresse dalle urne"

Legge Elettorale, cosa prevede il referendum della Lega

La proposta referendaria annunciata a Pontida da Matteo Salvini prevede l'abrogazione dell'attribuzione dei seggi in collegi plurinominali con il sistema proporzionale. Qualora la proposta di modifica fosse ratificata, i seggi dei due rami del Parlamento sarebbero attribuiti con il sistema uninominale.

In estrema sintesi, per effetto dell'abrogazione della parte proporzionale del sistema elettorale e dell'estensione del sistema maggioritario, in ciascun collegio uninominale risulterebbe eletto il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

La legge sul taglio dei parlamentari

Secondo il disegno di legge attualmente in discussione i senatori passerebbero dagli attuali 315 a 200; di questi quelli eletti all’estero saranno 4 e non più 6, ed i senatori a vita potranno essere al massimo cinque. Ancor più robusto il taglio alla Camera, dove i deputati scenderebbero da 630 a 400

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio dei parlamentari, il Pd chiede modifiche e la Lega presenta il Referendum

Today è in caricamento