rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Altro

Futsal, l'Italservice Pesaro fa il bis: la Coppa Italia è sua

I marchigiani vincono il trofeo per il secondo anno consecutivo: i "cannibali" di Colini al sesto titolo nazionale consecutivo grazie al 2 a 1 sull'Olimpus Roma maturato negli ultimi 55'' di partita

Inferno e paradiso. L’Italservice Pesaro sbatte sui pali, va sotto nel finale di Coppa Italia e sembra abdicare. Sembra, perché in 34” trasforma una partita persa nel sesto titolo di fila, complice anche la sciocca espulsione di Caio Junior. A Salsomaggiore Borruto e Taborda regalano un altro successo al club di Pizza, rimpolpando il palmares unico di Fulvio Colini, alla settima Coppa Italia, il 22esimo trofeo di una carriera senza precedenti. 

LE SCELTE

Lo Special One stupisce: lascia fuori il recordman di scudetti Honorio, insieme all’argentino Bolo, uno dei castigatori del CMB Matera in semi. In compenso rispolvera Canal, al debutto in questa Final Eight e subito nel quintetto iniziale alla E-R Arena, insieme al rientrante Cuzzolino, Taborda e De Oliveira: in porta naturalmente Carlos Espindola. Anche D’Orto regala l’esordio a Salsomaggiore a Rafinha, preferito a Grippi. Ducci, Bagatini, Tres Rudinei e il grande ex Marcelinho nello starting five capitolino.

LE SCHERMAGLIE

Non inganni il primo tempo, a reti inviolate. Pesaro e Olimpus Roma si rispettano e si equivalgono. Ma con lo squillo iniziale De Oliveira per poco non supera Ducci (votato MVP a fine partita). Espindola si esalta due volte: prima su Caio Junior, poi su Dimas. De Oliveira colpisce un palo clamoroso e Ducci salva su Cuzzo lanciato a rete, in un finale di frazione di marca rossiniana. La ripresa si apre con il secondo palo di De Oliveira. Anche l’Olimpus Roma ha la grande chance di stappare l’incontro, ma Espindola con un grande intervento di piede nega l’1-0 a Dimas. L’incrocio dei pali, invece, salva l’Olimpus sulla conclusione volante di Borruto.

TUTTO NEL FINALE

A 3’51” l’equilibrio si rompe. Caio Junior trova il pertugio giusto per innescare Dimas: la stella brasiliana infila Carlos Espindola con un preciso diagonale all’angolino. Colini inserisce subito Taborda portiere di movimento. Succede di tutto in un ultimo minuto al cardiopalma: De Oliveira colpisce una traversa e un altro palo, dai e dai l’1-1 arriva, in mischia, lo firma Borruto di faccia a 55” dal termine. Le emozioni di un finale al cardiopalma non finiscono: sciocco fallo di Caio Junior, che già ammonito viene espulso a 38”. Una sciocchezza pagata a caro prezzo. In superiorità numerica, il Pesaro colpisce con Taborda a 21”. È il gol che decide la Final Eight, il sesto titolo consecutivo per una squadra che sta marcando un’epoca.

Il tabellino

OLIMPUS ROMA: Ducci, Tres, Bagatini, Marcelinho, Nicolodi, Achilli, Mateus, Di Eugenio, Rafinha, Dimas, Schininà, Caio Junior, Giammarile, Tondi. All. D'Orto

ITALSERVICE PESARO: Espindola, Tonidandel, Canal, Cuzzolino, De Oliveira, Melise, Tazine, Salas, Borruto, Taborda, Obbar, De Luca, Vesprini, Cianni. All. Colini

MARCATORI: 16'01'' s.t. Dimas (O), 19'05'' Borruto (P), 19'39'' Taborda (P)

AMMONITI: Tres (O), Caio Junior (O), Tonidandel (P)

ESPULSI: al 19'22'' del s.t. Caio Junior (O) per somma di ammonizioni

ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Nicola Maria Manzione (Salerno), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia) CRONO: Marco Moro (Latina)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futsal, l'Italservice Pesaro fa il bis: la Coppa Italia è sua

Today è in caricamento