Giovedì, 25 Febbraio 2021

Coronavirus, il bollettino di domenica 1° novembre 2020: 29.907 nuovi casi e 208 morti

Aumenta la pressione sugli ospedali: i pazienti in terapia intensiva sono 1939. In Lombardia 8.607 contagi, in Campania 3.860: il punto della situazione nel bollettino del Ministero della Salute

Il bollettino di oggi domenica 1° novembre 2020

Coronavirus, intorno alle 17 il bollettino del Ministero della Salute con tutti gli aggiornamenti sull’epidemia in Italia. Ieri i nuovi casi sono stati 31.758 (ennesimo record), oggi i contagi sono in lieve calo, 29.907 positivi, ma a fronte di 32.429 tamponi in meno effettuati rispetto a ieri. 

Scende anche il numero dei decessi: 208 contro i 297 del precedente bollettino. Il totale delle vittime sale a 38.826.

Continua ad aumentare la pressione sulle terapie intensive dove in un solo giorno sono stati trasferiti altri 96 pazienti. Per quanto riguarda gli incrementi nelle regioni, si contano in Lombardia 8.607 casi, in Campania 3.860, Toscana 2.379.

Allo stato attuale i pazienti in terapia intensiva sono 1939 su più di 7mila posti disponibili: la saturazione dei reparti è pari a circa il 26%, molto vicina alla soglia definita critica del 30. Per contenere il numero dei contagi il governo sta studiando un nuovo Dpcm: stamattina i rappresentati dell’esecutivo hanno incontrato i presidenti di Regione e i sindaci per fare il punto della situazione. Tra le proposte sul tavolo ci sono nuovi limiti agli spostamenti interregionali, lockdown locali (ipotesi che però non piace ai governatori di centrodestra) e la chiusura dei centri commerciali nei week end.

Coronavirus, il bollettino di oggi domenica 1° novembre 2020

  • Attualmente positivi: 378.129
  • Deceduti: 38.826 (+208)
  •  Dimessi/Guariti: 292.380 (+2.954)
  •  Ricoverati: 18902 (+936)
  • Terapie Intensive: 1.939 (+96)
  • Tamponi: 15.967.918 (+183.457)
  • Totale casi: 709.335 (+29.907, +4,4%)

bollettino coronavirus oggi 1 novembre 2020-2-2

Bollettino coronavirus, i casi regione per regione

  • Lombardia +8.607
  • Emilia-Romagna + 1.758
  • Piemonte +2.024
  • Veneto + 2.300,
  • Marche +583
  • Liguria +736
  • Campania +3.860
  • Toscana +2.379
  • Sicilia +1.095
  • Lazio +2.351
  • Friuli-Venezia Giulia +403
  • Abruzzo +489,
  • Puglia +680
  • Umbria +768
  • Bolzano +534
  • Calabria +245
  • Sardegna +399
  • Valle d’Aosta +135
  • Trento +210
  • Molise +101
  • Basilicata +150

I bollettini delle regioni

In Lombardia i nuovi contagiati sono stati 8.607 (su 39.658 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 21,7%). I pazienti morti con covid in regione, tra sabato e domenica, sono stati 54 (ora sono 17.589, dall'inizio dell'emergenza).

I nuovi pazienti in terapia intensiva in Lombardia sono stati 24, ora ce ne sono in tutto 418. Sono state 213 le persone ricoverate negli altri reparti, per un totale di 4.246. Ora il totale degli ospedalizzati in regione è di 4.664. Sono 489 i nuovi guariti/dimessi. In provincia di Milano ci sono stati 3.695 nuovi casi, di cui 1.554 a Milano città. 

In Veneto sono stati registrati 2.300 contagi, per un totale di 59.253 infetti dall'inizio dell'emergenza. Lo riferisce il bollettino della Regione. Le vittime sono 17 nelle ultime 24 ore. Nelle terapie intensive sono ricoverati 132 malati (+5). I ricoverati con Covid nei reparti non critici sono 832. I soggetti attualmente positivi sono 31.414.

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 403 nuovi contagi su 3.740 tamponi eseguiti e un decesso da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 11.244, di cui: 3.773 a Trieste, 4.138 a Udine, 2.040 a Pordenone e 1.173 a Gorizia, alle quali si aggiungono 120 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 5.440, 180 le persone ricoverate in ospedale, 38 in terapia intensiva. I decessi complessivamente ammontano a 398: 208 a Trieste, 92 a Udine, 87 a Pordenone e 11 a Gorizia. I totalmente guariti sono 5.406, i clinicamente guariti 64 e le persone in isolamento 5.158.

In Emilia Romagna ci sono 758 contagiati in più rispetto a ieri, su un totale di 12.039 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 14,6%. Dei nuovi contagiati, sono 902 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,4 anni.

In Toscana sono 46.642 i casi di positività al Coronavirus, 2.379 in più rispetto a ieri (1.962 identificati in corso di tracciamento e 417 da attività di screening). I nuovi casi sono il 5,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell’1,5% e raggiungono quota 15.305 (32,8% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.106.715, 15.841 in più rispetto a ieri. Sono 9.309 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 25,6% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.127 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: complessivamente, tra i nuovi positivi 181 persone erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 362 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.

Sono 135 i nuovi casi positivi al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta, a fronte di 210 persone sottoposte a tampone. Il totale dei contagiati attuali sale a 1.920, di cui 1.747 in isolamento domiciliare e 173 ricoverati nei reparti dell'ospedale Parini e nella clinica di Saint-Pierre (12 in terapia intensiva. Si registrano altri sei decessi, che portano il totale nella seconda ondata di contagi a 28 (174 dall'inizio della pandemia). I dati emergono dal bollettino di aggiornamento diffuso dalla Regione Valle d'Aosta.

Su circa 23 mila tamponi nelle ultime 24 ore nel Lazio si registrano 2.351 casi positivi (+62), 19 i decessi (-3) e 132 i guariti (+24). Sale il rapporto tra positivi e i tamponi (10%), il dato tiene conto del calo dei tamponi nel fine settimana. Roma torna sotto i mille casi, crescono le province. Lo rende noto l'assessore alla Sanita' della Regione, Alessio D'Amato.

Sono 768 i contagi registrati in Umbria su 3.489 tamponi analizzati. I nuovi morti per il coronavirus sono stati nove, 135 totali, con 103 guariti, 3.597, con gli attualmente positivi passati 6.559 a 7.215. In crescita anche i ricoverati: da 320 a 341 e da 43 a 46 in terapia intensiva. 

In Abruzzo nelle ultime 24 ore sono emersi 489 casi positivi su 3276 tamponi eseguiti, con un totale di 6633 attualmente positivi al Covid. Da registrare anche 4 decessi, mentre sono 3854 le persone guarite. 413 i ricoverati, di cui 32 in terapia intensiva e 6210 in isolamento domiciliare. Dei positivi di oggi, 102 sono residenti in provincia di Pescara.

In Puglia oggi sono stati registrati 680 casi positivi su 6533 test eseguiti per l'infezione da Covid-19: 150 in provincia di Bari, 39 in provincia di Brindisi, 127 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 227 in provincia di Foggia, 73 in provincia di Lecce, 57 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione. Inoltre sono stati registrati 8 decessi: 3 in provincia di Bari, uno in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 563.038 test, 6539 sono i pazienti guariti e 12.302 sono i casi attualmente positivi.

 "In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 274.781 soggetti per un totale di 277.844 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 5.310 (+245 rispetto a ieri), quelle negative 269.471". Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: i decessi dall'inizio dell'emergenza sono 117 (+1 rispetto a ieri). "Territorialmente - prosegue il bollettino regionale - dall'inizio dell'epidemia i casi positivi sono cosi' distribuiti: Cosenza casi attivi 1027 (56 in reparto; 7 in terapia intensiva, 964 in isolamento domiciliare); casi chiusi 644 (600 guariti, 44 deceduti)".

Coronavirus, le ultime notizie sull'epidemia

"Limitazioni per gli anziani": la proposta di Lombardia, Liguria e Piemonte al governo

Terapie intensive: le regioni oltre la soglia di allarme

Il nuovo Dpcm da domenica 2 novembre?

Coronavirus e trasmissione aerea: cosa fare negli ambienti chiusi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di domenica 1° novembre 2020: 29.907 nuovi casi e 208 morti

Today è in caricamento