Lunedì, 21 Giugno 2021
Attualità

Coronavirus: la curva sta cambiando di nuovo verso?

Rispetto a ieri calano i nuovi casi, mentre terapie intensive e ospedalizzati scendono da giorni. Serve cautela, ma i segnali sono positivi

La curva dei nuovi positivi

Sono 16.146 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore su 273.506 tamponi processati. Un numero elevatissimo, ma c’è un motivo ben preciso: si riferisce infatti alla somma dei tamponi molecolari (156.647) e di quelli antigenici rapiti (116.859), un dato quest’ultimo che fino ad oggi non veniva riportato nel bollettino. Inserendo nel conteggio anche i tamponi antigenici il tasso di positività crolla al 5,9%, mentre tenendo conto solo di quelli molecolari scende al 10,7% di ieri al 10,3.

"Oggi nel bollettino quotidiano ci sarà anche la colonna con i test antigenici, come le Regioni e molti chiedevano". Ad annunciarlo,  nel suo intervento alla conferenza stampa al ministero della Salute, è stato il direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale Covid-19. "Abbiamo diversi test - ha spiegato Rezza - e quelli di ultima generazione possono essere sovrapponibili ai molecolari che restano comunque il 'gold standard', anche se gli antigenici restano un utile ausilio quando vanno prese in tempi rapidi decisioni di sanità pubblica".

Tornando all’analisi del bollettino, va sottolineato che il numero dei nuovi casi scende rispetto a ieri quando i contagi erano stati 17.246 su 160.585 tamponi molecolari. Se prendiamo i casi registrati tra lunedì e venerdì, la variazione rispetto alla media delle ultime quattro settimane è pari al -6% mentre i test sono diminuiti del 2% (fonte Lorenzo Ruffino, Twitter).

Casi tra lunedì e venerdì

  • questa settimana: 74.981
  • scorsa settimana: 82.062
  • due settimane fa: 81.699
  • tre settimane fa: 75.789
  • quattro settimane fa: 80.674

Rispetto alla scorsa settimana dunque si osserva una lieve ma comunque costante discesa dei nuovi casi.

Sostanzialmente stabile invece la curva delle vittime (oggi 477).

Decessi tra lunedì e venerdì

  • questa settimana: 2.570
  • scorsa settimana: 2.579 due settimane fa: 2.696
  • tre settimane fa: 2.560
  • quattro settimane fa: 3.374
  • cinque settimane fa: 3.309

La variazione rispetto alla media delle ultime 4 settimane è del -8% (fonte Davide Torlo, Twitter).

Continua ancora il calo dei ricoverati con sintomi il cui numero scende ormai già da qualche giorno. Oggi ci sono 269 pazienti in meno di ieri nei reparti di area non critica.

Calano in modo molto lento ma costante anche le terapie intensive: il saldo tra ingressi e uscite è pari oggi a -35, dopo il -22 di ieri e il -57 di due giorni fa. Gli ingressi del giorno sono invece 156.

Insomma, dal bollettino arrivano notizie positive anche se va rimarcato il fatto che l’ultimo monitoraggio dell’Iss (relativo però alla settimana dal 4 al 10 gennaio) segnala un Rt in crescita all’1,09.  Silvio Brusaferro, presidentre dell’Istituto Superiore di Sanità, ha spiegato in conferenza stampa che "il dato di incidenza del Covid sulla popolazione indica nel periodo 28 dicembre-10 gennaio una crescita in quasi tutte le regioni con 369 casi per 100mila abitanti".. "Il dato - ha aggiunto - è in crescita in tutte le regioni. Questo dimostra che il virus circola e che bisogna adottare misure per ridurne l'impatto".

"Rispetto all'occupazione dei posti letto ordinari e delle terapie intensive la curva si è un po' fermata” ha spiegato. “C'è un lieve aumento dei ricoveri, ma sostanzialmente siamo in una fase ancora di stabilità". Tuttavia, "molte Regioni sono a rischio di superare" tagli soglie, avverte Brusaferro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: la curva sta cambiando di nuovo verso?

Today è in caricamento