Martedì, 18 Maggio 2021
Milano

A Milano da due giorni l'indice Rt è oltre il 2: "Nuove restrizioni rinviate a domani"

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala esclude interventi radicali "per ora". Domani l'incontro con la Regione. Nella città metropolitana di Milano si concentrano il 50% dei casi di tutta la Lombardia e il 50% di questi nel comune di Milano.

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha convocato per la giornata di domani, venerdì 16 ottobre, i sindaci dei capoluoghi di provincia e i capigruppo dei partiti rappresentati in Consiglio regionale per fare il punto della situazione sull'evoluzione della diffusione del coronavirus. Attesa la decisione per una nuova restrizione delle misure anti-covid mentre è stata prorogato il divieto di accesso nelle Rsa ai familiari degli ospiti. 

A Milano indice Rt superiore a 2

"Da un paio di giorni l'indice di contagio Rt ha superato il 2 nella Città metropolitana di Milano". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in conferenza stampa in Prefettura dopo un incontro con i vertici degli ospedali e con i dirigenti di Ats Milano. Al sindaco è stato confermato che negli ultimi giorni la metà dei contagi della Lombardia sono nel Milanese e tra questi uno su due avviene nella cerchia del capoluogo.

Il sindaco di Milano esclude al momento "interventi radicali" eventuali chiusure ci saranno "solo se la situazione dovesse aggravarsi". Ogni decisione comunque è rinviata a domani dopo un incontro fra comune e regione. "Ci troveremo a un tavolo e arriveremo a una sintesi. L'obiettivo è trovare domani un indirizzo comune". 

"Dal mio punto di vista per capire dove intervenire bisognerebbe sapere dove nascono i contagi"

Gli esperti "non ci hanno dato un allarme specifico su mezzi di trasporto" e quindi al momento "non sono previsti interventi" in quel settore. "Siamo molto lontani dalla capienza dell'80%, se questa va ripensata siamo disponibili ma non possiamo aumentare le corse, questo lo posso escludere", ha aggiunto Sala, spiegando che "il vero imbarazzo è che non riusciamo a essere supportati dalla scienza rispetto al fatto se in metro con il rispetto delle regole si diffonda facilmente il contagio o no"

Sala ha quindi sottolineato come, secondo i dati, nella città metropolitana si concentrino il 50% dei casi di tutta la Lombardia e il 50% di questi nel comune di Milano.

Coronavirus, Sala: "Preoccupa la situazione negli ospedali"

"La situazione preoccupa negli ospedali, è evidente che preoccupa la tendenza. Oggi 72 persone sono in terapia intensiva e alcuni mesi fa erano 1.500. Ma la tendenza alla crescita è veloce e bisogna agire in fretta". Oggi l'assessore regionale Gallera aveva preannunciato che è pronto ad essere riaperto il maxi ospedale della Fiera di Milano. 

Coronavirus, in Lombardia oltre duemila nuovi casi

Dai decessi al rapporto tamponi positivi: tutti gli indicatori che preoccupano 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano da due giorni l'indice Rt è oltre il 2: "Nuove restrizioni rinviate a domani"

Today è in caricamento