rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
L'analisi della puntata

House of the Dragon, il riassunto del secondo episodio (e le differenze coi libri)

Da leggere dopo aver visto la puntata (contiene spoiler)

Dalle prime ore di lunedì 29 agosto (la sera di domenica 22 agosto negli USA) è disponibile su Sky The Rogue Prince (traduzione "il principe canaglia" o "il principe ribelle"), secondo episodio di House of the Dragon, la serie tv prodotta da HBO come spinoff e prequel di Game of Thrones (approfittiamo per ricordarvi che venerdì 2 settembre esce Gli Anelli del Potere su Prime Video).

Che l'abbiate vista appena uscita on demand o in streaming, o che abbiate deciso di aspettare la sera di lunedì 29 per vederla su Sky Atlantic (solo in versione originale con sottotitoli, mentre da oggi è disponibile la prima puntata doppiata in italiano), può esservi utile-necessario-gradito un riassunto di questo episodio 2, con una breve analisi sulle differenze (soprattutto temporali) con i libri.

Se invece non avete ancora visto la puntata di The Rogue Prince, allora vi consigliamo di fermarvi qui nella lettura, per non incorrere in fastidiosi spoiler. Fan avvisati mezzi salvati, d'ora in poi proseguite a vostro rischio e pericolo.

house of dragon foto sky 010-2

Cosa succede in "The Rogue Prince", episodio 1x02

La puntata numero 2 inizia subito mostrandoci un particolare "banchetto", in cui però a mangiare sono i granchi e a essere mangiati sono i marinai di Westeros che sono stati annientati da Craghas Drahar, detto "il Nutrigranchi", e i suoi pirati finanziati dalle Città Libere (per modo di dire, se ricordate le avventure di Danerys da queste parti) di Essos.

Dopo questa tipica scena raccapricciante del mondo di Martin, eccoci al Concilio Ristretto di Approdo del Re, sei mesi dopo l'allontanamento di Daemon visto nell'episodio Gli eredi del drago: primo punto all'ordine del giorno è la sostituzione di ser Ryam, vecchio capo delle guardie reali appena deceduto. Il suo posto di comando viene preso da ser Harrold Westerling - la guardia che attendeva Rhaenyra mentre lei era sul drago, e che ha raccontato alla principessa quel poco che sapeva su ser Criston Cole al torneo, vedi più avanti sulle differenze coi libri - ma la Guardia Reale deve essere composta da 7 soldati quindi bisogna trovare un altro cavaliere.

house of dragon foto sky 9-2

Lord Corlys Velaryon, come già aveva fatto nel primo episodio, prova a convincere il re a prendere serie iniziative contro Nutrigranchi e i suoi pirati, ma anche stavolta le sue preoccupazioni non sono quelle di Viserys e neanche del suo primo cavaliere, Otto Hightower.

Rhaenyra prova a intervenire, dicendo che il padre potrebbe inviare un po' di draghi come prova di forza, ma gli uomini la rimettono al suo posto di coppiera di vino (a parte Corlys che apprezza il piano) e per tenerla a bada la invitano a scegliere la nuova guardia reale, mentre Viserys spiega a Corlys che non è il caso di intraprendere una guerra contro Essos e che ha già mandato degli emissari per tentare un accordo. 

Ser Harrold presenta a Rhaenyra le aspiranti guardie, tra cui la principessa sceglie Criston Cole, l'unico con esperienze di battaglia e non solo di tornei, sebbene il sopraggiunto Otto le consigli di scegliere un cavaliere di più nobile famiglia, per questioni ovviamente politiche. Niente, Cole è il prescelto. 

Alicent, intanto, continua a intrattenere il re con la sua compagnia, come da "suggerimento" paterno. Tra i due la confidenza è cresciuta nei mesi, e lui le spiega che il modello di città nella sua stanza è quello di Valyria "dei tempi d'oro", e non di King's Landing come molti pensavano. Una città così ricca e potente non ci sarà più, spiega Viserys ad Alicent.

Il re chiede alla dama se ha maggiori notizie di Rhaenyra, visto che i due a malapena si parlano dalla morte della regina Aemma; Alicent invita il sovrano a fare il primo passo, e poi si incontra con l'amica nel tempio, convincendola a pregare per la madre defunta e rassicurandola sul fatto che, anche se come è "naturale" e come tutti gli ricordano, sicuramente Viserys si risposerà (chissà con chi...), l'amore del padre per la figlia è fuori discussione.

A proposito di questo matrimonio: Viserys ha un incontro con Corlys e sua cugina Rhaenys, ufficialmente perché Corlys si scusi per aver alzato i toni nel precedente concilio, ma in realtà per proporre al re di uscire dalla situazione di crisi in cui versa, con un tipico espediente in uso a Westeros: un matrimonio combinato. E la prescelta, o meglio l'offerta è Laena, figlia di Corlys e Rhaenys, e già sappiamo che l'incesto non è un problema in casa Targaryen, però lei ha 12 anni e anche tra i Targaryen non è il massimo.

Dopo una cena non proprio lieta con la figlia, che prova a rivendicare la sua proposta di mandare i draghi contro i pirati, Viserys si fa "curare" il dito che si è ferito tagliandosi sul trono, immergendo la mano in una scatola di vermi... non prevediamo nulla di buono, qui. Il re comun que confida a Otto la proposta nuziale di Corlys, ma Otto, che non è mica scemo, fa finta di assecondare i dubbi del re sulla bambina per fargli scegliere sua figlia Alicent.

In effetti l'incontro tra Laena e Viserys è imbarazzante (da denuncia diremmo nel nostro mondo), ma come Rhaenys ricorda a Rhaenyra guardando questo appuntamento dall'alto, i nobili di Westeros possono anche aver giurato fedeltà alla principessa-erede, ma quando Viserys avrà un figlio maschio tutti le volteranno le spalle come avvenuto prima proprio a lei. 

Mentre Alicent prova a rassicurare anche il padre della sua amica, Otto arriva per informare il re che Daemon ha rubato un uovo di drago. Anzi, l'uovo di drago che Rhaenyra aveva scelto per il suo fratellino morto neonato, Baelon. Se a ciò aggiungiamo che Daemon, scacciato da Approdo del Re, non è tornato da sua moglie nella Valle ma è andato a occupare Roccia di Drago con la sua Mysaria, stavolta Viserys non lascerà correre. 

Il re vuole risolvere la questione da solo, Otto lo dissuade dicendo che andrà lui per evitare colpi di testa del fratello del monarca. Le parti si incontrano a Dragonstone, dove Daemon è protetto da alcune sue vecchie cappe d'oro e ovviamente da un drago, che il principe fa per "sguinzagliare" quando Otto gli intima di restituire l'uovo, tornare dalla moglie, annullare le prossime nozze con Mysaria (spacciata per gravida da Daemon, ma non lo è) e lasciare Dragonstone.

Otto ha giustamente paura del drago, ma quando sta per tornare a casa con le pive nel sacco, dalle nubi spunta Rhaenyra in sella al suo drago Syrax, che in quaatro e quattr'otto convince lo zio a ridare l'uovo. Nel frattempo, Mysaria si arrabbia perché evidentemente Daemon ha raccontato quelle bugie senza manco avvertirla. 

Di ritorno a King's Landing, Rhaenyra viene sgridata dal padre perché ha rischiato la sua vita, essendo l'unica erede. Un modo come un altro per far dire alla figlia che il padre si può risposare, che lei capirà e probabilmente anche Aemma dall'aldilà. 

E così, al successivo Concilio ristretto, Viserys annuncia ufficialmente di aver deciso di risposarsi con... Alicent, ovviamente. La cosa fa infuirare Corlys che se ne va, ma anche Rhaenyra non sembra prendere bene questa cosa che la sua migliore amica ha tramato alle sue spalle (come da precise indicazioni di Viserys, comunque). 

Infine, ultima scena. Corlys spiega l'importanza dei Velaryon per il regno, e come sia necessario intervenire subito nelle Stepstones contro il Nutrigranchi. A chi lo spiega? A Daemon, che sembra convinto a intervenire per "dimostrare il suo valore", come da suggerimento del Serpente di Mare. Fine dell'episodio due. 

Princess Rhaenyra Targaryen & Prince Daemon Targaryen house of dragon foto da account twitter-2

Le differenze (temporali e non) tra la serie e i libri

Come noto, House of the Dragon è tratta dal libro Fuoco e sangue (Fire and blood il titolo originale) di George RR Martin. Anche se non li avete letti, forse sapete che su Internet ci sono parecchie "wiki" dell'universo letterario e televisivo di Martin, ovvero enciclopedie online con la storia di tutti i personaggi, i luoghi, gli eventi ecc. 

Ecco, basta un giro su qualcuno di questi siti per (avere potenziali spoiler sulla serie tv ma anche per) rendersi conto che tra i libri e le serie tv ci sono non poche differenze.

Iniziamo con una differenza "semplice": il già citato ser Harrold Westerling nei libri era appena nominato di sfuggita, tra cui un sogno di Brandon stark non trasposto in Il Trono di Spade, qui invece lo abbiamo già visto varie volte in due puntate, ed è anche diventanto comandante della Guardia Reale. In pratica, Condal, Sapochnik (gli showrunner) e Martin hanno deciso di condensare vari personaggi minori nella storia di ser Harrold. 

Le differenza più evidenti, tuttavia, sono sul piano temporale della storia. Proviamo a spiegarci con alcuni esempi. House of the Dragon inizia con Rhaenyra che racconta del Concilio del 101, che ha incoronato suo padre, per poi passare a nove anni dopo, ovvero nel 110. Tenete a mente questo anno.

house of dragon torneo

Nei libri, però, molte cose avvengono prima di questo anno. Ad esempio, ser Criston Cole si fa notare, e batte Daemon, nel torneo del 104 indetto per l'ascesa al trono di Viserys, e non nel 110 per la nascita di Baelon: ed è qui che chiede il favore di Rhaenyra, che nei libri ha solo 7 anni.

A proposito, nei libri Rhaenyra è nata nel 97 C.A. (dopo la conquista di Aegon), mentre Alicent è dell'88: non sono amiche di infanzia, e Alicent, che già faceva compagnia al vecchio Jaeherys, è un minimo più adulta quando viene "offerta" a Viserys.

E ancora: Daemon a corte passa da un incarico all'altro tra il 103 e il 104, finché Baelon muore, Daemon fa quel rivoltante brindisi su "l'erede per un giorno" e Viserys lo caccia. Già nel 106 acconsente a scacciare i pirati dalle Stepstones insieme a Corlys, e soprattutto...

E soprattutto, nei libri a Dragonstone Daemon ingravida davvero Mysaria, poi ruba l'uovo, il re gli ordina di restituirlo e di tornare da sua moglie Rhea nella Valle. Allora Daemon manda Mysaria a Lys (tra le città libere di Essos), ma nel viaggio tempestoso purtroppo perde il bambino che porta in grembo, facendo arrabbiare ancoir di più Daemon.

house of dragon foto sky 2-2

In The House of Dragon, invece, non solo quello della gravidanza di Mysaria è un bluff di Daemon rapidamente scoperto, ma la stessa Mysaria spiega a Daemon che, dopo essere stata venduta "più volte di quante tu ne possa contare", lei ha fatto sì che la sua vita non fosse mai messa a repentaglio da una gravidanza. 

Da queste parole ci sembra di poter desumere che quindi nella serie tv Mysaria non sarà mai incinta di un figlio di Daemon, che non avrà certo difficoltà a trovare altre motivazioni per continuare a tormentare suo fratello. Lo scopriremo meglio nella prossima puntata. O forse anche nella prossima stagione, visto che House of the Dragon è stata ufficialemte già rinnovata per la stagione 2. Non che avessimo dei dubbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

House of the Dragon, il riassunto del secondo episodio (e le differenze coi libri)

Today è in caricamento