rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Vip

Morte Gina Lollobrigida, Sophia Loren sconvolta. La storia della loro rivalità

L'attrice ha affidato una breve dichiarazione per la scomparsa della collega con cui i media raccontavano di una competizione nata sul set e proseguita negli anni

Tra i tantissimi commenti che in queste ore affollano la rete e i media in ricordo di Gina Lollobrigida, spicca quello di un'altra grandissima attrice, Sophia Loren, affranta per la scomparsa della collega che a lungo le cronache le hanno contrapposto per bellezza, talento, fama. "Sono profondamente scossa e addolorata'' è la breve ma profonda dichiarazione di sincero cordoglio dell'interprete romana 88enne, protagonista del cinema italiano nello stesso periodo in cui anche Lollobrigida calcava le scene. Su entrambe nel tempo si è raccontato di una rivalità nata sul set e proseguita nella vita. Una competizione che non si sa se davvero sia esistita o no, ma che comunque è arrivata fino a oggi, alimentata dalle indiscrezioni su cui di recente la stessa compianta attrice disse la sua in alcune interviste. 

Gina Lollobrigida, i funerali e la camera ardente a Roma 

La storia della rivalità tra Gina Lollobrigida e Sophia Loren

La rivalità tra Sophia Loren e Gina Lollobrigida sarebbe esplosa a causa di Pane, amore e..., primo film della tetralogia senza la "Lollo" e la sua leggendaria Bersagliera. Era il 1954 e, stando alle indiscrezioni, Lollobrigida ormai nel pieno della sua popolarità, dopo ormai due film nei panni di Maria De Ritis, aveva alzato così tanto la richiesta di compenso da spingere i produttori a cercare una nuova protagonista. La scelta ricadde allora sulla ventenne Sophia Loren che con questa commedia uscita nel 1955 "sfidò" il talento e la bellezza della collega.

Ma non solo. Qualcuno sostenne anche che fosse stata la stessa Lollobrigida a mettere in giro voci su una presunta raccomandazione da parte del produttore cinematografico Carlo Ponti, già segretamente legato a Loren da anni e e poi sposato anni dopo. Storia che nel 2016, in un'intervista con Vanity Fair, lei stessa smenti con forza: "Lei e i suoi addetti stampa hanno iniziato questa rivalità con me, per 50 anni. È stato davvero noioso. Noi siamo diverse, abbiamo percorso carriere completamente diverse. Io volevo essere un'artista più di ogni altra cosa. Volevo una carriera ad alto livello". Ancora due anni dopo tornò sulla questione: "Il solito giochetto Coppi-Bartali, Callas-Tebaldi... A me non serviva la rivalità con nessuno: ero io la numero uno. E sono andata avanti con le mie forze, non avevo un produttore che mi proteggeva. Ho fatto tutto da sola. Quando poi ho iniziato a vedere che nel cinema non c'era più la qualità, il ruolo di attrice ha cominciato ad andarmi stretto", disse Lollobrigida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Gina Lollobrigida, Sophia Loren sconvolta. La storia della loro rivalità

Today è in caricamento