rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Senza sconti

Richard Gere bacchetta la 'cattolica Italia' sui migranti: "Ridicolo". Salvini replica: "È ossessionato"

L'attore torna sullo scontro avvenuto nel 2019 con l'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini

Richard Gere, i migranti e l'Italia. Un triangolo infuocato, oggi come nel 2019, quando l'attore - sempre più lontano dai riflettori di Hollywood e in prima linea con le battaglie civili - si scontrò con l'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini, che si era rifiutato di accogliere un'imbarcazione con 147 migranti a bordo bloccata al largo delle coste di Lampedusa. In un'intervista a Vanity Fair, Gere torna all'attacco: "Per me è molto difficile capire un movimento di estrema destra conservatrice, soprattutto in un Paese che è prettamente cristiano. In quelle ore non smettevo di chiedermi cos'avrebbe fatto Cristo in una situazione del genere, e il fatto è che Cristo accoglieva tutti come figli di Dio, tutti. Non avrebbe detto: 'Salvate solo le persone bianche, quelle italiane o quelle cristiane'. Mi sembra abbastanza ridicolo".

L'attore continua, parlando del suo impegno: "Sono stato sui barconi e ho incontrato personalmente molti rifugiati e migranti, ho avuto modo di ascoltare le loro storie e penso sia molto difficile non vedere in loro esseri umani uguali a noi. Chiederei, e spererei, che chi ha responsabilità di governo passasse un po' di tempo con loro, capisse la situazione e non li demonizzasse. Ovviamente abbiamo lo stesso problema negli Stati Uniti, con persone squilibrate come Trump che sembrano odiare tutti quelli che non sono bianchi e allineati culturalmente con lui, ma non è così che funziona il mondo. Ci siamo dentro tutti insieme".

La replica di Matteo Salvini

Le parole di Richard Gere non passano inosservate. "Attenzione! Richard Gere ammonisce gli italiani: Cristo non avrebbe detto: 'Salvate solo le persone bianche, quelle italiane e quelle cristiane'" scrive su X, aggiungendo: "Ho l'impressione che questo signore hollywoodiano abbia una visione piuttosto distorta di quanto avviene in Italia, ossessionato dal 'razzismo'. È disgustoso soltanto credere che qualcuno abbia voluto far annegare delle persone. Un pensiero ignobile smontato dai dati - continua Salvini - Quando ero ministro dell'Interno, guarda caso, non solo si sono azzerati gli sbarchi ma si sono ridotte le morti nel Mediterraneo. Quando si tratta di difendere i confini, nel rispetto della legge, contro i trafficanti di esseri umani, la Lega è sì un movimento 'estremo', ma di estremo buonsenso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richard Gere bacchetta la 'cattolica Italia' sui migranti: "Ridicolo". Salvini replica: "È ossessionato"

Today è in caricamento