Martedì, 28 Settembre 2021
Spettacoli&Tv

La velina bionda e il cane. L'Aidaa chiama in causa Edoardo Stoppa

L'associazione in difesa degli animali e dell'ambiente pubblica gli sms dell'inviato di Striscia la notizia

Sempre più intricata la vicenda legata al cane della velina bionda Giulia Calcaterra e sempre più scomoda la posizione della ragazza.

Della vicenda si era più volte interessata l'Aidaa (l'associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente), che ha chiesto spiegazioni sia alla redazione di Striscia la Notizia sia a Edoardo Stoppa, l'inviato della tg satirico di Ricci da sempre in prima linea contro le violenze sugli animali.

Se da Striscia fanno sapere che "il sito Aidaa di Lorenzo Croce attribuisce falsamente a Striscia dichiarazioni mai fatte oltre che contraddittorie rispetto a una vicenda verificatasi mesi prima che Giulia assumesse il ruolo di velina bionda per questa edizione di Striscia", Lorenzo Croce risponde che "le falsità o presunte tali riportate nel web sono legate alle dichiarazioni date dalla signora Giulia Calcaterra in merito alla fine del proprio cane, in cui ha sostenuto che il cane era stato dato in adozione e che stava bene, successivamente sabato 29 ottobre dichiarava al 'Corriere di Novara' che il cane era 'stato soppresso perché malato' e nella telefonata intercorsa con me nella serata di sabato alle ore 19.50 la signorina Calcaterra cambiava ulteriormente versione sostenendo che il cane era morto per 'torsione gastrica' e che lo stesso era stato portato dal dottor Nico Tavian di Lainate, versione questa confermata dallo stesso veterinario nel corso di una telefonata avuta con me in data 1 ottobre 2012 alle ore 18 circa".

L'Aidaa cita inoltre tre sms intercorsi tra Croce e Stoppa, il quale il 27 settembre scrive prima che "era in tempi antecedenti a striscia e la stiamo educando!!! (Giulia Calcaterra, ndr) E comunque il cane adesso sta benissimo" e poi che il rottweiler "è stato dato in adozione" perché Giulia "non poteva più tenerlo". Dopo le dichiarazioni riportare dal Corriere di Novara, Stoppa risponde a Croce che "sì, ne stanno venendo fuori troppo. Io non ci ho ancora parlato di persona!!!!! Lo farà questa settimana". 

Conclude l'Aidaa: "Pertanto appare evidente che se lo stesso corrispondente che si occupa di animali di Striscia la Notizia il giovedì pur non avendo parlato con la Calcaterra sostiene in assoluta buona fede che il cane stava bene ed era stato dato in adozione, appare evidente che tali notizie erano circolate nell’ambiente di lavoro della signorina Calcaterra. Quindi non solo respingiamo le accuse di chiamata in causa di Striscia la Notizia in questa vicenda, ma per la riservatezza che ci contraddistingue abbiamo evitato fino ad oggi di rendere pubblici delle dichiarazioni dell’inviato di punta che si occupa di animali per quella trasmissione. Cosa che non possiamo più fare dopo le accuse che ci vengono rivolte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La velina bionda e il cane. L'Aidaa chiama in causa Edoardo Stoppa

Today è in caricamento