rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
la decisione

Gas, nuovo stop all'Europa da Gazprom

Il colosso energetico russo ha avvisato i clienti europei che non potrà garantire le forniture di gas a causa di circostanze "straordinarie"

Nuova doccia fredda per l'Europa da Gazprom. Il colosso energetico russo ha avvisato i clienti europei che non potrà garantire le forniture di gas a causa di circostanze "straordinarie", si legge sul sito della Bbc. L'emittente britannica riprende una lettera del colosso dell'energia russo porta la data del 14 luglio.

Le forniture attraverso il gasdotto 'Nord Stream 1' erano in precedenza state sospese, dall'11 di questo mese, per la manutenzione ordinaria che viene effettuata in questo periodo di richieste minime e che avrebbe dovuto concludersi giovedì 21 luglio. 

La lettera metterebbe al riparo Gazprom dal pagamento di penali per le forniture interrotte. Una fonte del trading che ha chiesto di non essere identificata, riporta la Reuters, ha detto che la lettera riguardava le forniture attraverso il gasdotto Nord Stream 1, chiuso per la manutenzione annuale, che dovrebbe essere completata il 21 luglio. Gia' il 14 giugno, Gazprom aveva ridotto la capacita' del gasdotto al 40%, citando il ritardo di una turbina mantenuta in Canada dal fornitore di apparecchiature Siemens Energy. 

Un portavoce del ministero ha affermato che si trattava di un pezzo di ricambio che doveva essere utilizzato solo da settembre, il che significa che la sua assenza non poteva essere il vero motivo della caduta dei flussi di gas prima della manutenzione.

Gazprom frena: "Non garantiamo il corretto funzionamento del Nord Stream"

La conferma arriva anche da Rwe, il più grande produttore tedesco di energia e importatore di gas russo. Il colosso tedesco ha confermato di aver ricevuto un avviso di interruzione delle forniture di gas da parte di Gazprom per cause di forza maggiore. "Vi preghiamo di comprendere che non possiamo commentare i suoi dettagli o la nostra opinione legale", ha affermato la società in una nota citata da Reuters. 

Con le sanzioni occidentali imposte contro la Russia e la graduale riduzione di forniture del gas russo verso l'Italia e l'Europa, Mosca volge lo sguardo verso oriente e fa affari con la Cina.

Gas, così la Russia fa a meno dell'Europa (e anche meglio)

Stando a quanto comunicato da Gazprom, il colosso russo del gas ha registrato un nuovo record storico nel volume giornaliero delle forniture di fonti energetiche al gigante asiatico: nel primo semestre 2022, la fornitura di gasdotto russo alla Cina è aumentata del 63,4%. Secondo la relazione trimestrale di Gazprom, nel primo semestre del 2021 sono stati forniti alla Cina 4,619 miliardi di metri cubi di gas. Pertanto, negli ultimi sei mesi, le forniture dai gasdotti sono state pari a 7,5 miliardi di metri cubi di gas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas, nuovo stop all'Europa da Gazprom

Today è in caricamento