rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Come sono i primi episodi di "La Ruota del Tempo" (e le differenze con Game of Thrones)

L'abbiamo attesa per mesi e forse anni, e finalmente il 19 novembre è arrivata con i primi 3 episodi (su 8, l'ultimo uscirà la vigilia di Natale): stiamo parlando di La Ruota del Tempo - The Wheel of Time, la nuova grande saga fantasy di Amazon Prime Video che è arrivata per colmare il vuoto lasciato dalla fine di Game of Thrones, nonché per ingannare il tempo - appunto - prima che esca la serie di Prime sul prequel de Il Signore degli Anelli

Se ancora non avete iniziato a seguire la serie (o se avete visto gli episodi ma avete le idee comprensibilmente un po' confuse), potrebbe esservi utile questa recensione-analisi, in cui riassumiamo la trama di questo avvio di serie e diamo un giudizio, con un paragone con Il Trono di Spade.

ruota del tempo wheel o time serie amazon prime video locandina poster-2

Di cosa parla The Wheel of Time

La serie è basata sull'omonima serie di romanzi fantasy scritti da Robert Jordan e, dopo la morte di quest'ultimo nel 2007, conclusi da Brandon Sanderson.

Come in ogni saga fantasy che si rispetti, ci sono molti nomi strani di persone, luoghi, popoli, cariche, creature più o meno mostruose e quant'altro, ma proviamo a fare una sintesi estrema delle informazioni importanti.

Siamo in un tipico fantasy medievale, e all'inizio una voce narrante ci spiega che molto tempo prima gli uomini (non gli esseri umani, proprio gli uomini, o meglio alcuni di essi con poteri magici) volevano "fermare le tenebre", ma il loro atto di arroganza si è tramutato in una serie di cataclismi che ha toccato l'apice ("gli oceani ingoiavano le montagne") quando Lews Therin Telamon, un mago o meglio "incanalatore" dell'Unico Vero Potere (la Luce) noto come il Dragone, con la sua follia ha proprio squassato il mondo.

ruota del tempo moiraine cavallo-2

La "magia" è stata in conseguenza di ciò tolta agli uomini, e solo le donne possono esercitarla. In particolare, c'è un gruppo di sacerdotesse chiamate Aes Sedai (divise a loro volta in sette gruppi) che veglia affinché il male non prevalga. Alcune Aes Sedai vorrebbero uccidere tutti gli uomini con i poteri, ma Morraine (Rosamund Pike), Aes Sedai azzurra che poi è la voce narrante, si mette alla ricerca dell'incarnazione del Drago Rinato, perché solo lui può sconfiggere la reincarnazione del Tenebroso, ovvero l'essere maligno oscuro di questo mondo.

Fatta questa premessa, raccontiamo brevissimamente quello che succede negliu episodi iniziali: Morraine con il suo custode-guardia si reca in un villaggio ai Fiumi Gemelli perché sa che lì c'è la reincarnazione del Dragone, e in particolare ha ristretto il cerchio intorno a quattro ragazzi dell'età giusta:

- Egwene, una ragazza che ha deciso di intraprendere il percorso per diventare la Sapiente (cioè diciamo la guaritrice) del villaggio, anche se questo comporta dover rinunciare al suo fidanzato;

- Rand, il fidanzato di Egwene, un bravo ragazzo non proprio entusiasta all'idea di rinunciare al suo amore;

- Perrin, figlio di contadini e aspirante fabbro, molto grosso e robusto;

- Mat, figlio di allevatori di cavalli: i suoi genitori sono inaffidabili, ed è lui a prendersi cura delle due sorelline, anche a costo di qualche espediente.

Solo che non c'è solo Morraine a cercare i ragazzi; ci sono anche le forze del tenebroso, con Fatui senza occhi che guidano eserciti di enormi, fortissimi e mostruosi Trolloc. E sono proprio loro ad assaltare il villaggio ai Fiumi Gemelli, venendo respinti a fatica grazie ai poteri magici di Morraine.

I ragazzi quindi in qualche modo si convincono ad ascoltare Morraine e si incamminano verso la Torre Bianca, la "sede" delle Aes Sedai, per essere addestrati a sconfiggere il Tenebroso. Ovviamente non sarà un viaggio di piacere...

Se avete ancora qualche dubbio, vi invitiamo a seguire il nostro speciale dedicato a The Wheel of Time - La Ruota del Tempo.

Tutto quello che dovete vedere e sapere de La Ruota del Tempo

ruota del tempo wheel of time gabbia-2

Come sono i primi episodi de La Ruota del Tempo

Almeno per il momento, l'opinione pubblica non è unanimemente soddisfatta dei primi 3 episodi della serie. C'è chi dice che l'inizio è piuttosto noioso, o molto complicato.

A nostro come sempre sindacabilissimo giudizio, tuttavia, La Ruota del Tempo ha iniziato in modo piuttosto spedito: in una saga fantasy l'avvio è sempre reso difficoltoso dalla necessità di spiegare un intero universo e i personaggi che lo popolano, ma basta pensare a Y: The Last Man (per chi non l'ha visto qui la nostra recensione) per notare che, pur dovendo assolvere a questo compito, la serie Prime ha avuto una partenza tutto sommato scorrevole.

I personaggi si scoprono pian piano, e almeno per ora la "digestione" è facilitata dal fatto che non ci sono ancora troppi personaggi di cui ricordare il nome, le origini e gli obiettivi. Insomma, per noi i primi tre episodi di The Wheel of Time sono molto promettenti.

Le principali differenze con Game of Thrones

Quanto al paragone con Game of Thrones, i primi 3 episodi sono già sufficienti per mettere a fuoco alcune sostanziali differenze tra le due saghe fantasy.

Intanto, come detto prima, The Wheel of Time è una storia finita, conclusa (nonostante la morte del suo creatore): insomma, non c'è il rischio che gli showrunner della serie debbano "inventarsi" storie come successo per chi ha lavorato con JRR Martin, di cui ancora aspettiamo il romanzo conclusivo due anni dopo la fine della serie tv.

ruota del tempo moiraine scena-2

Ma a parte questo, i due universi sono piuttosto diversi. Innanzitutto, se è vero che in GoT c'erano due draghi, un Corvo dal terzo occhio, gli Estranei e qualche sacerdote più o meno oscuro, la magia nel Trono di Spade era qualcosa di molto meno presente nella storia. Ne La Ruota del Tempo, invece, la magia e tutto ciò che ci "ruota" - appunto - intorno è assolutamente centrale nella storia dei personaggi e del mondo in cui vivono. 

A proposito di personaggi: nel primo episodio di Game of Thrones Jaime Lannister buttava giù dalla finestra il piccolo Brandon Stark, facendoci capire fin da subito che non era il caso di affezionarci a nessun personaggio. Qui, invece, gli "eroi" sono ancora tutti vivi e sani dopo tre episodi: magari moriranno tutti a breve, ma almeno per ora sembra che ci si possa affezionare a loro. 

Infine, un dettaglio che mostra la differenza tra le due saghe ma anche tra le due epoche - per quanto vicine - in cui sono arrivate sullo schermo. Se in Game of Thrones il sesso e le nudità esplicite erano molto presenti fin da subito (e in qualche modo rappresentavano una delle cifre dello show), The Wheel of Time indugia decisamente meno su certi particolari.

Questa è probabilmente anche una conseguenza delle polemiche che avevano colpito GoT, anche per le parole di Emilia Clarke (Daenerys) che aveva detto di essersi sentita a disagio in diverse scene; e in effetti nelle ultime stagioni anche Il Trono di Spade era diventato meno esplicito. La Ruota del Tempo ha "imparato la lezione", ma è ancora presto per dire se questa serie otterrà un successo anche solo paragonabile a quello di Game of Thrones.

Voto: 7.5

Si parla di
Sullo stesso argomento

Come sono i primi episodi di "La Ruota del Tempo" (e le differenze con Game of Thrones)

Today è in caricamento