Lunedì, 1 Marzo 2021

Giletti scioglie le riserve: resta a La7 e lancia (l’ennesima) frecciatina alla Rai

In un’intervista a ‘Panorama’ il conduttore ha spiegato i motivi per cui continuerà a lavorare per la rete di Urbano Cairo, senza nascondere la profonda amarezza provata nei confronti dell’azienda di viale Mazzini

Massimo Giletti

I nostalgici dei pomeriggi domenicali passati sul divano a guardare ‘L’Arena’ su Rai Uno ci speravano, ma ora tocca farsene una ragione: Massimo Giletti resta a La7 anche nella prossima stagione televisiva.

“A Urbano Cairo devo gratitudine e rispetto. Mi ha dato libertà quando gli altri me l'hanno tolta. Non posso dimenticarlo. Resto dove sono”, ha dichiarato il giornalista e conduttore in un’ intervista a Panorama durante al quale ha negato ancora una volta di essere schierato a sinistra (si definisce un uomo da marciapiede) e di voler rimanere a La7.

Giletti a cuore aperto: "Momenti difficili nella mia vita, ho fatto 30 viaggi a Lourdes"

Giletti si è detto grato all’editore per avergli dato l'occasione di essere libero e di gestire il suo programma ‘Non è l'Arena’, in onda tutte le domeniche anche nella prossima stagione televisiva, anche se - come gli fa notare lo stesso Carmelo Caruso (a firma dell'articolo) - non ha ancora firmato il contratto e alla fine della scorsa edizione non ha dato appuntamento ai fan del programma al prossimo settembre.

Per il conduttore, la risposta all’appunto è stata l’occasione per tornare a fare riferimento alla sua esperienza in Rai, azienda dalla quale è andato via con un’amarezza già espressa in passato.

Massimo Giletti torna in Rai? "Ho già preso la mia decisione". E sull'amore... 

"Dopo l'esperienza della Rai non posso più dare niente per scontato ma sono un uomo per cui la parola conta. Il mio addio rimane ancora una ferita aperta", ha ribadito il conduttore che ha commentato anche le parole rilasciate da Mario Orfeo, direttore generale della Rai, durante la presentazione dei palinsesti (“Giletti? Nessun pentimento. Anzi ne approfitto per esprimere solidarietà a Selvaggia Lucarelli, una collega giornalista e un volto di Rai 1, per quello che qualche domenica sera fa le è stato rivolto senza un contraddittorio”, aveva risposto a chi gli chiedeva se avesse rimpianti sulla chiusura de “L’Arena”).

"Evidentemente Orfeo è un dg per il quale i numeri non contano", ha affermato Giletti, mentre sulla voglia della Rai di fare programmi nuovi e meno pupulisti, ha chiosato: "Ci vuole davvero coraggio e tanta ipocrisia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giletti scioglie le riserve: resta a La7 e lancia (l’ennesima) frecciatina alla Rai

Today è in caricamento