rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

Belotti, il motivo del "no" al Torino: l’addio già a gennaio

Il Torino ha deciso, Andre Belotti verrà ceduto già a gennaio, il perché della decisione e la possibile prossima squadra del Gallo.

La decisione è arrivata nelle ultime ore: Andrea Belotti e il Torino si separerano già a gennaio. Juric perderà quindi il suo centravanti, a dire il vero poco utilizzato in questo inizio di stagione a causa degli infortuni, prima della fine del campionato in corso.

Andrea Belotti lascia il Torino: i perché del “no” al riinnovo

La trattativa per il rinnovo di contratto tra il Gallo e i granata si è interrotta ormai da tempo. Cairo ha messo sul piatto oltre tre milioni più bonus a stagione per quattro anni con possibilità anche di arrivare a cinque. La proposta però è stata rifiutata da Andrea Belotti che quindi si sta guardando intorno per capire cosa fare del suo futuro. 

Il motivo del “no” al prolungamento del giocatore con il Torino è essenzialmente uno e non è economico. Belotti, secondo i rumors, vuole trovare nuove motivazioni e confrontarsi con un ambiente diverso rispetto a quello granata in cui è al centro della scena già dal 2015. 

Dove andrà Andrea Belotti?

L’addio del giocatore simbolo dei piemontesi arriverà già a gennaio e qui sì che centrano le motivazioni economiche. Cairo vuole monetizzare e la prossima finestra di calciomercato sarà l’ultima per farlo, se non si riuscirà a trovare una soluzione infatti l’attaccante lascerà la squadra a parametro zero a giugno.

L’occasione è ghiotta per tutti coloro che stanno cercando un centravanti di peso, con tanti gol nelle gambe e una buona esperienza internazionale accumulata grazie alla Nazionale. In Italia ci sono Inter e Milan, che seguono anche il bomber del Pisa Lucca, ma devono fare i conti, soprattutto i nerazzurri, con situazioni ecomomiche che potrebbero non permettergli di investire già a gennaio. 

Perchè il fatto è tutto lì, chi lo vorrà nei prossimi mesi dovrà pagare, non molto perché il contratto in scadenza, ma comunque dovrà staccare un assegno. Nella rosa delle pretendenti ci sarebbe anche la Fiorentina che però prende tempo e al momento non sembra troppo convinta dell’operazione perché il giocatore non avrebbe le caratteristiche giuste per Italiano. Restano le piste estere, non lo Zenit che il giocatore ha già rifiutato in estate, mentre sembra reale l’interessamento del Siviglia più di quello del Tottenham.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belotti, il motivo del "no" al Torino: l’addio già a gennaio

Today è in caricamento