rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Spettacoli&Tv

Idris Elba come 007? "No, James Bond è bianco e scozzese. Punto"

La notizia sembra trovare conferma dalle email hackerate della Sony, ma secondo alcuni un attore nero nel ruolo dell'agente segreto scozzese sarebbe un tradimento dello spirito del personaggio creato da Ian Fleming

Dall'hackeraggio dei sistemi informatici della Sony è uscita fuori anche la conferma di alcune voci già circolate da tempo: il prossimo 007 potrebbe essere l'attore Idris Elba, fascinoso e magnetico attore britannico di colore. Gli hacker hanno reso pubblico uno scambio di email tra il presidente della Sony, Amy Pascal, ed Elizabeth Cantillon della Columbia, in cui si discuteva di Elba come prossimo titolare della licenza d'uccidere. 

Non è la prima volta che il nome di Elba viene avvicinato a quello di Bond, ma la conferma della Sony ha scatenato i fan e i detrattori. Se in molti sembrano entusiasti di vedere Idris Elba nei panni dell'agente segreto creato da Ian Fleming e portato al successo al cinema prima dallo scozzese Sean Connery, poi da una serie di attori britannici (gli inglesi Roger Moore e Daniel Craig, l'irlandese Piere Brosnan, l'australiano George Lazenby e il gallese Timothy Dalton), ad alcuni l'idea di un James Bond nero non è andata giù.  Fra questi c'è il conduttore radiofonico Rush Limbaugh, che ha riversato parole di fuoco:

007 è un concetto globale creato da Ian Fleming. Bianco e scozzese. Punto. Questo è ciò che era e sarà James Bond. Ora la Sony suggerisce che il prossimo James Bond dovrebbe essere Idris Elba, un nero britannico, invece di un bianco scozzese. Ma questo non è James Bond, e lo so che sembra razzista dirlo ma è così

Idris Elba ha commentato con molta classe su Twitter la notizia con un post decisamente ironico: "007 non dovrebbe essere bellissimo? Sono felice che qualcuno abbia pensato a me. Buon anno, gente".

C'era chi dubitava che il "rozzo" Daniel Craig potesse essere una scelta adatta per riverdire i fasti di una saga che iniziava a mostrare la corda: i fatti e gli incassi hanno smentito questi timori e ora Craig si appresta a vestire per l'ultima volta i panni di Bond in "Spectre" per sopraggiunti limiti d'età (con al fianco la prima Bond-Girl cinquantenne della storia: la nostra Monica Bellucci). Bond vive di mito, è vero, ma è altrettanto vero che negli anni molte libertà sono state prese nell'aggiornare le avventure, la psicologia e la trama dei romanzi di Fleming alle sfide dei tempi moderni: si è persino adattato a bere della comunissima birra, anzichè il classico "vodka martini, agitato e non mescolato". 

Lo stesso Daniel Craig, in un'intervista di un paio d'anni fa, non sembrava preoccupato dell'ennesima evoluzione di 007:

"Credo che il personaggio possa essere facilmente interpretato da un attore di colore perché la figura creata da Ian Fleming negli anni '50 ha subito una grandissima evoluzione nel corso degli anni e continua a cambiare"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idris Elba come 007? "No, James Bond è bianco e scozzese. Punto"

Today è in caricamento