Sabato, 13 Luglio 2024
Nazionale

Italia, mezza rivoluzione dopo l'Argentina: chi rischia il posto

La sfida con l'Albiceleste, come annunciato dallo stesso commissario tecnico Roberto Mancini, segnerà la fine di un ciclo

Lo ha detto chiaramente, Roberto Mancini. La Finalissima con l'Argentina, in programma questa sera, mercoledì 1 giugno, alle 20.45 allo stadio Wembley di Londra, segnerà la fine di un ciclo. Dopo la sfida con l'Albiceleste, il commissario tecnico darà infatti vita ad un ringiovanimento della rosa, segnando un passo di rottura con il passato. Oltre a Giorgio Chiellini, che proprio contro la squadra di Scaloni giocherà la sua ultima partita in azzurro, sono diversi gli eroi di Euro 2021 che potrebbero scivolare indietro nelle gerarchie: il ko con la Macedonia del Nord dello scorso marzo, costato la partecipazione ai Mondiali 2022, costringe Mancini a riprogrammare il futuro, gettando le basi per un progetto a lungo termine che consenta di guardare con fiducia agli Europei del 2024 e ai Mondiali del 2026.

Italia, i giocatori a rischio 

Tra i giocatori che potrebbero perdere la titolarità guadagnata nei mesi scorsi c'è Lorenzo Insigne. L'attaccante, a partire dalla prossima stagione, giocherà in MLS con la maglia del Toronto: una scelta che potrebbe costargli il posto in azzurro, visto che quello di oltreoceano non è propriamente uno dei campionati più competitivi in cui cimentarsi. Al suo posto, in rampa di lancio, è pronto Giacomo Raspadori, una delle sorprese più liete dell'ultima annata. C'è poi un altro giocatore del Sassuolo che potrebbe cambiare sensibilmente le gerarchie in attacco: si tratta di Gianluca Scamacca, pronto a soffiare il posto a Immobile, assente con l'Argentina a causa di un problema al malleolo. Il neroverde scalpita per avere la sua chance e Mancini, per il futuro, è deciso a puntare su di lui.

In mezzo al campo, poi, sarà quasi impossibile tenere fuori Sandro Tonali, uno dei perni del Milan neoscudettato. A lasciargli il posto potrebbe essere Jorginho, il cui rendimento in azzurro è vertiginosamente precipitato dopo un Europeo da protagonista, che lo aveva spinto ad accarezzare il sogno pallone d'Oro. Cambiamenti, infine, ci saranno anche in difesa: l'eredità di Chiellini, salvo sorprese, sarà raccolta da Bastoni, mentre la corsia mancina, una volta che sarà ristabilito al 100% dopo il lungo infortunio, tornerà ad essere proprietà di Leonardo Spinazzola. Ma attenzione a Federico Dimarco, che, dopo la positiva stagione con la maglia dell'Inter, scalpita per avere un'occasione anche in Nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia, mezza rivoluzione dopo l'Argentina: chi rischia il posto
Today è in caricamento